Laban e i gemelli sono cannibali - Peter Høeg | comunicazioni | Ezio Falcomer | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Giuseppina Di Noia
  • dante bellanima
  • Nicoletta
  • Kippax19
  • Claudio Spinosa

Laban e i gemelli sono cannibali - Peter Høeg

<< E’ la vigilia di Natale. Purtroppo.
Anni fa ho provato a creare un po’ di libertà nell’inerzia simile alla morte che sovrasta il Natale, proponendo un pranzo natalizio vegetariano.
Io sono stata vegetariana finché non ho avuto i gemelli. Non potevo affondare i denti senza sentire allo stesso tempo l’omicidio che l’aveva prodotto.
Sono stata “overrulled”. Laban e i gemelli sono cannibali. Vogliono i loro tournedos grondanti di sangue. Vogliono le cotolette di agnello rosa con l’osso e un grosso bordo di grasso. Vogliono le ossa del brodo che possono spaccare con un martello da carne per succhiare il midollo.
Un anno sono andata sul Lammerfjord a prendere due anatre vive. E ho costretto Laban e i gemelli a stare seduti in prima fila mentre tagliavo la testa ai volatili con un’ascia da spaccalegna e i corpi decapitati facevano un mezzo giro di riflesso intorno al ceppo, prima di collassare.
Non è servito a niente, anche se Laban ha vomitato. Ma Thit e Harald hanno spiumato e bruciacchiato le anatre e le hanno svuotate delle interiora e la sera ne hanno mangiato una porzione tripla, come se il fatto di gustare dei conoscenti intensificasse il loro piacere.
Ho rinunciato. E il cibo è solo una minima parte della mia sconfitta.>>
 
 
(Peter Høeg,  "L'effetto Susan", trad. di Bruno Berni, Milano, Mondadori, 2016, p. 164)

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 1476 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • vinantal