Besnate | Poesia | Bowil | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • AriannaM
  • Giulia29
  • Natural System
  • Sky2019
  • Laura Archini

Besnate

La semplicità del mattino:
"Besnà" al disaria v'un dul paes
(Besnate direbbe uno del paese)
che "a cinmilacincencinquantacinch",
(a 5555)
pare ne manchi uno solo,
"paes in o paes ot,
(paesino o paesotto)
ma, ma par che pudaria v'es instess".
(ma mi pare potrebbe essere lo stesso)
 
Evo che va nel medio, di folkloristico Minipalio,
per sette giorni in quattro borghi d'altri tempi, non più rioni.
 
"Spesso", di una a otto, per i Laghi conosciuta
una piccola ferrata e quella dell'aria, ad un tiro di schioppo.
 
Solidale, pare uno dei ponti che sposta
il milanese verso l'aria pura, si un po' po(n)tpourri .
 
Poco tosto, dalla cima Ravellino
- trecentotrenta sul livello -
alla - non molto meno, del mare - bassa Lagozzetta
lo si gira tutto, anche di fretta in bicicletta,
 
col Santo Patrono, San Martino, dato di fatto,
ma non è dato sapere se si sia trattato
per campanaro o pel mantello strappato.
 
Restano, sbandieratori e musici, un fiore all'occhiello,
ma loro dilettano anche distante dal paesello.
 
Manca solo un briciolo di zucchero serale,
ma anche se un po' carosello, a me pare sia di molto bello

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 5 utenti e 2207 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Bowil
  • Marina Oddone
  • gatto
  • Gigigi
  • luisa tonelli