Er sogno | dialetto | enio orsuni | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Tanjun
  • Gabbo
  • Voce di vento
  • Giovanni Ferretti
  • Leelight

Er sogno

’Gni vorta che me  guardo ne lo specchio
-e pe’ decenza nun lo faccio spesso-                                       
vedo ‘na brutta copia de me stesso
che m’assomija, solo un po’ più vecchio.
 
Ecco, me so’ specchiato propio adesso
e che nun me specchiavo era parecchio.
Ciò er labbro moscio, er pelo ne l’orecchio,
paro ‘na sarma prima der decesso.
 
La pelle incartocciata pe’ le grinze
-che solo a riccontallo me vergogno-
nun s’ariddrizza manco co’ le pinze.
 
Er pelo? Bianco, propio immacolato!
Però, Madonna mia che brutto sogno,
è ‘na fortuna che me so’ svejato.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 5 utenti e 2840 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • sapone g.
  • Rinaldo Ambrosia
  • luccardin
  • Marina Oddone
  • Bowil