La scerta | dialetto | enio orsuni | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Artemisia
  • Filo Bacco
  • Marco Galvagni
  • Giuseppina Di Noia
  • dante bellanima

La scerta

Su un filo d’erba un grillo
se dondolava la pellaccia stracca,
quanno che -manco a dillo-
passò de lì ‘na vacca
 
che a bocca spalancata
propio come si fosse ‘na fornace
magnava l’erba prata.
Ma er grillo fu capace
 
-doppo d’ave’ pensato: me la svicolo-
de tommola’ da un lato.
Evitò sì er pericolo
però ‘sto sciagurato,
 
cascò ner becco a un ucellaccio nero.
Prima d’esse magnato
je balenò un pensiero:
-Ma guarda, te si che destino ingrato;
 
guarda che brutta sorte!
Oggi è sicuro, de mori’ me tocca.
Ma, dato che la morte è sempre morte,
aoh... me so’ scerto la bocca!

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 2203 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Salvatore Pintus
  • Antonio.T.