Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Julia Litròf
  • Rifugiata Poetica
  • Guglielmo Perfetti
  • Nefelia
  • Aug

Piccola poesia idiota e inutile

Piccola poesia idiota e inutile,
scritta di domenica mattina
tanto per occupare uno spazio bianco,
vorrei assegnarti messaggi fondamentali
per l'umanità. O forse invece non dire niente.
O qualcosa di così minimalista
e piccolo borghese da meritare 
la cancellazione. Io che non ho mai avuto
la certezza di essere collegato all'Essere,
ma di essere solo 
un accidente transeunte. 
Un foruncolo del caso. Ma forse
riempio lo spazio bianco con costrutti
e figure retoriche tratte 
dalla tradizione o dalla modernità
o dalla postmodernità per... tutto questo
per sfuggire all'angoscia 
della pagina bianca, per non dire 
di non aver provato a fecondare
il grande utero vuoto e bianco
della grande madre della scrittura.
Così difficile e pericoloso è il ruolo
di chi si assume l'incarico 
d'imbrattare lo spazio bianco, 
spazio di luce pura, di puro essere.
La scrittura lo macchierebbe,
lo ridurrebbe a imperfezione, a relatività,
a nulla. Il peccato originale 
fu un gesto di scrittura, 
da lì nacque la condanna alla ripetizione,
alla serialità, al feuilleton, 
all'attesa del lettore, terribile mostro,
l'attesa del lettore, che fa tremare i polsi,
e schiavizza lo scrittore a seguire dei modelli
per soddisfare l'attesa del lettore.
L'attesa del lettore 
è il piccolo inferno dello scrittore.
Maledetto sia tu, lettore, piccolo satana
di questa cosmogonia domenicale.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 11 utenti e 2791 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • webmaster
  • Marina Oddone
  • ferdinandocelinio
  • gatto
  • sapone g.
  • Antonio.T.
  • luccardin
  • Ezio Falcomer
  • Eleonora Callegari
  • live4free