Bulimia d'essai | Poesia | ferdinandocelinio | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Laura Archini
  • Artemisia
  • Filo Bacco
  • Marco Galvagni
  • Giuseppina Di Noia

Bulimia d'essai

Odio i lipidi del mio vocabolario,
il simbolismo da pastaro compulsivo,
i colpi de panza,
le salivate  post-depachin,
la luna decembrina
così pregna d’ispirazione.
Alle volte mi sento come Baudelaire
o come Tognazzi ne ‘La grande bouffe’,
voglio dire sperpero e immagazzino,
energia, denaro, tempo, parole, flussi,
tutto per assecondare le mie angosce,
il Nihil che sta dentro il mio stomaco,
e vorrei essere leggero,
danzare altrimenti,
ma mi sento così inscatolato
in tale bulimia d’essai
da dovervi rinunciare.
Ah, ma che volete farci
è la dura legge dei poeti:
assecondare la propria arte
in un magazzino caracollante di stracci e magia.
 
 
*
 
Mesciato ai versi e alla puzza di piscio,
il mio silenzio ha casa sotto ai ponti.
Scendono medicinali nella gola strutta,
chiamano in adunata il dovere.
Essere vuol dire forse accontentarsi?
 
*
 
È irraccontabile la storia
 di una malattia,
come una religione
 alla fine dei tempi.
Segnati dalle diarree
gli stomaci degli uomini
hanno a che fare col peso.
Tra silenzio e piglio
vince sempre lo specchio
e ogni buco
ha la profondità di Dio.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 7 utenti e 2526 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ferry
  • Antonio.T.
  • Bowil
  • ComPensAzione
  • luisa tonelli
  • ferdinandocelinio
  • alleluja