Storicismo | Poesia | ferdinandocelinio | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Artemisia
  • Filo Bacco
  • Marco Galvagni
  • Giuseppina Di Noia
  • dante bellanima

Storicismo

Fu dalla roteante candela
del primo uomo
quando l'angoscia abitava le grotte
in quell'assurdo agitarsi della mani
che dispiegava
nella meditazione
e nel sudore
la sua vicenda
Poi la tromba mitica per la quiete
che saliva dagli argini
trascinando l'ascolto
in luoghi di assoluta bellezza
sino al alla potenza della Pietà
nela fare Logos il suo stesso corpo
allegerendo del peso preistorico
la faccia, il luogo, la visuale
 
 
*
 
 
Oggi la penombra è santa
Il frigorifero, santo
Il portafrutta, santo
Pure il buio, di una Messina insolita a mezzanotte, trasuda santità
Mi confondo col mogano del tavolo
Cerco una battuta intelligente dall’episteme della pianta
La notte è così carica di simboli, la notte, il buio
E non è la mia pazzia a farmi sentire così partecipe di Tutto
no
Se guardo in alto, le stelle, il cielo, le zanzare, le mosche, le falene
Vedo me declinato ancora in un'altra forma
Si placa la mia intuizione certe volte,
come quando il Moloch mi tocca nella spallina della giacca, mentre passeggio, un pomeriggio
ma ora la mia potenza è espansa
Così quel sentirsi felici, che capita, se ne sta a nuotare dentro le mie vene

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 6 utenti e 2257 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ferdinandocelinio
  • Antonio.T.
  • Salvatore Pintus
  • live4free
  • nickandclick
  • Marco valdo