Parodia di Sabato pomeriggio di Claudio Baglioni | Post comici, demenziali, ludicomaniacali | ferry | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • AriannaM
  • Giulia29
  • Natural System
  • Sky2019
  • Laura Archini

Parodia di Sabato pomeriggio di Claudio Baglioni

Panzerotto adesso tu sei mio/
io ti ho mangiato ed ora sto da dio/

Scusa se ti ho fritto in modo fiacco/
ma, ahimè, non sono Carlo Cracco/

Ma cosa è stato di un impasto che
è venuto un poco male/
che voleva un po' più sale e più farina/
e pan grattato e margarina/

Ahimè tapino ! /
torno in cucina ! /

Panzerotto è ora che te magno/
perché dopo devo andare in bagno/
C'ho le mani ancora unte d'olio/
m'è cascato pure il portafoglio /

Ma come è stata quella volta che
ho impostato  il timer
per la tua cottura/
e tu gemevi e tu friggevi
e non avevi più paura/
quasi che ci fosse  a farlo, chef Bottura/

ma che paura !

non è così, purtroppo sai,
non è così ! /

Senza te, che farei/
senza te, morirei/
senza te, scoppierei
io coi miei zebedei/

solo senza un perché /
che farei/che farei
dammi un sei.../
si, dai, almeno un sei...! /

Panzerotto non andare via....
la la la la la...

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 6 utenti e 2136 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • luccardin
  • gatto
  • Rinaldo Ambrosia
  • Bowil
  • Antonio.T.
  • Gigigi