Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Julia Litròf
  • Rifugiata Poetica
  • Guglielmo Perfetti
  • Nefelia
  • Aug

Battaglie

Le mie battaglie riempiono pattumiere
poveri soldati 
puzzolenti parole vi staccaste dal fronte 
e cercaste la fossa
Nella sacca di Stalingrado non c’è scampo
ma è così che si risolvono le guerre.
Qui ce n’è una antica che scuote le tastiere
nuove Europe sotto i piedi scalpitanti
vincere sembra tutt’uno con lo schermo
una visiera ed il mio cavallo trionfa
Ma non è così placida la prateria di fronte
Il dittatore è vendicativo, non dimentica i suoi ex amici, 
ottimi microfoni, suadente la sua voce-ce n’è un’altra in giro? 
Anche il governo è fatto, un termidoro al 94, un crollo all’ 89 
e la rivoluzione finita
Poi emergono gli abati, le chiese, le eminenze grigie, i riparatori di costati
qui sul fronte l’odore di fieno è forte
 
La bandiera vorrebbe arrotolarsi nello scrigno
Ma combattere è d’obbligo, vigliacco il verso che indietreggia 
E di fronte non ci sono garofani ma banchieri che confondono le lingue
i numeri primi della Restaurazione e delle babeli
ciò che conviene alle casse è suono di tromba
Il privilegio è borghese- chi indossa la parrucca di Metternich?
In marsina il verso pubblicitario 2018
la lettura consolatoria all’ombra delle alcove
 
Maledetti sanculotti, maledetti tutti quelli che verranno
Oh la contraddizione è respiro di fuoco
Lo sapete? 
Nelle patrie galere giacciono i miei versi
Assomigliano a rossi fantasmi, partigiani in carne ed ossa
Pronti per essere impiccati all’alba o fucilati 
e buttati in una fossa comune
Capite quello che dico? Un colpo in testa e via
Nessuno saprà mai 
ma nessuno almeno si consolerà al mio verso

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 8 utenti e 3117 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • webmaster
  • Antonio.T.
  • ferry
  • Nievdinessuno
  • live4free
  • ferdinandocelinio
  • Guglielmo Perfetti
  • Salvatore Pintus