Scelti per voi

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Raffaele Di Palma
  • Lady Oscar
  • Gill
  • Occhi di cioccolata
  • Albor2017

'O cecato

"Nun me guardate stuorto", me stanne sempe a di'.
Ma che ce pozzo fa si so' nnato accussi'?
È 'a tanto ca stongo a mme sfurza',
ma so' ll'uocchie ca 'nun se ponno accuncia'.
Mentre ll'uocchio destro guarda diritto annanze,
'o sinistro se nne và 'ngiro p'â stanza.
J' 'a piglio a mira, ma 'nun sempe mme riesce.
'A jatta s'è 'mparata: mentre frivo s'arrobba 'o pesce.
'O prublema 'o tengo, nunn'ô nnego.
'O filo dint'â ll'ago nnunn'ô veco.
Ma si se tratta e trasi' dint'â 'nu purtuso,
'a strada 'a trovo sempe: pure 'o cchiuso.
Quanno parlo cu 'a cummara Cuncettina,
mme risponne pronta pronta zia Titina.
Comm'aggia fà cu 'stu prublema 'e vista.
Mme serve subbete subbete n'oculista.
Annante 'o tabellone vaco e mme piazzo.
mme sforzo, ma 'nun veco manco 'o c...o.
"Sentite", me dice 'o miedeco, "state nguaiato".
Nunn'esiste ancora 'a lenta ca cercate.
Allora j' nun putennece fà niente
continuamente vaco ciaccanne 'a ggente.
'Nu poco n'apprufitto: chesto è overo.
Quanno pozzo 'o scamazzo cocche ppere.
C'â scusa ca 'nun veco 'o riesto 'e niente,
vache pestanne 'e calle a dduje fetiente. -
Però, 'nun m'hanna maje chiamma' cecato,
asinò pure si 'nun veco: so' mmazzate.
Giovanna Balsamo

Cerca nel sito

Calendario 2017 di Rosso Venexiano

clicca sull'immagine
per scaricare il calendario

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 7 utenti e 2673 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Giuseppina Iannello
  • Marina Oddone
  • Marco valdo
  • Sara Cristofori
  • erremmeccì
  • Don Pompeo Mongiello
  • Angelo Arsetta