'O fesso | dialetto | Giovi55 | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Artemisia
  • Filo Bacco
  • Marco Galvagni
  • Giuseppina Di Noia
  • dante bellanima

'O fesso

'E vvote passo pe fesso e pe scemo overo.
Ogni cosa ca 'mme dicene ce crere.
Forse 'o ffaccio pe cummurità,
m'ammocche tanta strunzate e 'nquantità.
Già 'a guagljone, 'a dint'ê banche 'e scola,
 
'mme  dicevene:"guarda, 'o ciuccio vola."
J' 'o cercave 'o ciuccio guardanne 'ncielo
e cocche vvota ma no sempe; giuro 'o vedevo!
Quanno mme sfottene j' m'arrisente spesso,
cerco 'e fa' assaje 'o furbo e poco 'o fesso.
 
Faccio finta ca 'o fatto nunn'é 'o mio,
ma comme sempe chillo strunziato so' semp'j'.
Quanno sente 'e stroppele 'e cierta ggente,
ce crere 'nu pucurillo o quase niente.
Rispongo saputiello:"vuò pazzia'!"
 
"ma quanta fessarie staje a cunta'."
Ma po' succere ca comme sempe ce crere,
pure si 'o fatto 'nun me pare tant'overo.
Allora mme sente comme a 'nu cuoppo allesse,
pecchè m'hanno fatto ancora fesso.
 
Vulesse essere cchiù furbo, ma 'nun riesco
e ll'ate mme passene ll'acqua cavera pe ffresca.
Ma 'nun me faccio fa' scemo c'ô mellone russo.
Llà voglio assaggia' e pruva' c'ô musso.
Ma siccome ca so' fesso presto 'o fianco,
 
accussì 'o mellone comme sempe jesce janco.
Sarrà forse 'nu scherzo d'ô destino,
ma avoto, aggiro, passo sempe pe cretino.
Ma j' continuo a essere sincero e bbuono 'o stesso.
'Nun fa niente si pe ll'ate songo “o fesso”.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 2706 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • woodenship
  • vinantal
  • Salvatore Pintus