'O turturiello | dialetto | Giovi55 | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Marco Galvagni
  • Giuseppina Di Noia
  • dante bellanima
  • Nicoletta
  • Kippax19

'O turturiello

Siccome s'avvicina 'a stagione 'e ll'ammore,
'ncielo comme pe terra 'a natura se rinnova.
Ogni ciore se va cercanne ll'abito cchiù bello,
pecchè 'nun vo' sfigura cu ll'ati cumpagnielle.

Chi se veste c'ô rrusso d'ê fravule e d'ê lampune,
chi se và tignenne c'ô giallo d'ê limune.
So' 'nu pare 'e juorne ca me vene a truva' 'nu turturiello:
chiaro, simpatico e ttunno: 'a verità assaje bello.

Tutt'ê mmatine 'e sette, quanno 'o cielo se fà blù,
se mette a 'ntuna' continuamente tuttuttu.
'E primme vote 'stu core scemo se spassava.
È 'a stagione 'e ll'ammore, rerenne isso penzava.

Però ogni mmatina, ma comme se po' fà,
'o turturiello se mette 'npont'ô ramo a turturia'.
J' ce ll'aggio ditto ca ll'adda ferni' cu 'stu sturnello.
Ll'aggio priato a lluongo 'a 'stu cucciuto turturiello.

Ma 'nun me vo' stà a ssentere e j' m'aggio stancata.
'O lasso sturnellia' e canta' tutt'â jurnata.
Isso và annanze sempe c'ô stesso sturnello:
po' tutte e dduje 'nsieme, ce 'ntunamme 'o riturnello.
Giovanna Balsamo

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 7 utenti e 1693 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ferry
  • Grazia Denaro
  • Francesco Andre...
  • Rinaldo Ambrosia
  • Antonio.T.
  • Weasy
  • Salvatore Pintus