Scelti per voi

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • LM
  • Leonora Lusin
  • cucu
  • Manuel Crispo
  • solealleotto

Pasta 'e fasule

Pe fa' pasta e fasule comme Ddio cumanna, 
ll'avite cocere tenenne vascia 'a fiamma.
Appriparate prusutto e 'nzogna a fettuccine: 
comme si fossere tanta strisce 'e tagliuline.
Po' tritate 'o ssedano, 'a cipolla e 'na carota. 
Ammescate bbuone bbuone cchiù 'e 'na vota. 
Aroppa arrusulate 'nu spicchio d'aglietiello 
e frevitele cu 'nu filo d'uoglio dint'ô tianiello.
Ammescatece 'e vverdure c'avivene tagliate, 
cocche pare 'e cuppine 'e bbroro appriparato. 
'Ntanto ca 'a tavola stà già tutta apparicchiata, 
mettitece 'e fasule e po' 'a pasta ammiscata.
'O fasulo è modesto: nun è comme 'o sartù, 
ma si 'o saje cucena' bbuono, te po' pare' raù. 
Fra tanta piatte putesse essere isso 'o rre: 
ma nun s'adda esagera' e vuò sape' 'o pecchè?
Essenne ca è 'nu tanteniello scapestrato: 
parla spisso e senza maje essere cumannato. 
Va vuttane aria e cavece pe dint'â panza, 
sì po' t'aggire, murmulea pe tutta 'a stanza.
Te fa lancia' tricche tracche e bbotte a mmuro,
dduje bengale, cocche stelletella e 'nu siluro. 
Fà fiamme, fuoco, ma senza purta' danne. 
Chi magna fasule, fa festa e spara tutto ll'anno!
Giovanna Balsamo

Cerca nel sito

Calendario 2017 di Rosso Venexiano

clicca sull'immagine
per scaricare il calendario

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 7 utenti e 2282 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Antonio.T.
  • ferry
  • gatto
  • Marina Oddone
  • Marco valdo
  • live4free
  • Giuseppina Iannello