Sinderesi | Video Poesie | giuliano leandro loy | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Voce di vento
  • Giovanni Ferretti
  • Leelight
  • rimagliaversi
  • micetta

Sinderesi

 
 
In solitudine sono,
mentre l’intero mio,
fugge dal limitante/
Troverò in me,
liquido amniotico,
ormai esangue/
Di elementi pesanti
ne sono parte essenziale,
e il calcio nelle fragili ossa,
e il ferro, nel mio sangue.
In atomi di carbonio,
di ossigeno, e di azoto,
respiro vita.
Sono un figlio stellare,
nella sua complessa
chimica esistenziale/
La casa è nella via lattea,
e l’origine è nel verme,
ed è nel mutante/
Seppure senza un’identità,
vagherò con il pensiero
tra le armonie celesti,
e volteggerò tra le costellazioni
sprofondanti/
Di siderale luce, rivestirò le mie vesti,
e vi nutrirò il mio pensante
di solitudine sopravvivente/
Dove l’elettromagnetismo,
curva discendente lo spazio-tempo,
vi scivolerò giocoso, come da bambino/
E nell’altalenante mio ondeggiare
sorriderò nuovamente,
ricordandomi dell’arte del sussulto
per mancanza di respiro/
Distante, distante
dalla fatua e sciocca
ipocrisia umana/
L’oscuro Eraclito,
giocava ai dadi, con i fanciulli,
e nel diveniente umano
un'altra mutila speranza/
Stelle decadenti, per l’abissale
vuoto interiore assai distratto,
in luci di ribalta.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 2831 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • stefano medel
  • Salvatore Pintus