Il sogno di Marghot (1) | Poesia | Giuseppina Iannello | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Laura Archini
  • Artemisia
  • Filo Bacco
  • Marco Galvagni
  • Giuseppina Di Noia

Il sogno di Marghot (1)

Santa Maria, sostienile le chiome dei verd’anni;
avevo sedici anni e un sogno nel mio cuore.
 
Soleva la mia mamma, all’imbrunire,
farmi le treccioline,
così che si sciogliessero in ondine,
al sole del mattino.
 
Poi si fermò: “Cos’hai” disse “che piangi?
Hai ben lucidi gli occhi
e, sembri persa.”
Risposi: o madre se sapessi...
Ieri,
eravamo in tante
intorno allo scrittoio della maestra,
si parlava di dame e cavalieri,
eroi, santi, profeti.
Mi diranno che
è gente del passato…
Ebbene, di un di loro
mi sono innamorata
e lo conosco; gli voglio tanto bene.
Il suo nome è Tommaso
ieri, mi accadde un’altra cosa;
uscivo dal convento e,
quasi imbambolata…
All’improvviso e quando,
mi apparve un bel signore.
 
E sorridendo egli
mi chiese: “Cosa fai?
Dimmi chi sei fanciulla?
Qual è il tuo nome?
Marghot, risposi.
Ti ho tanto attesa,
ti ho vista nei miei sogni
con l’abito da sposa
ti do una spada ed un fiore,
im pegno del mio amor.”
 
** Fine prima parte.
(1) Santa Rita

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 2241 visitatori collegati.