Giovanni nulla si disperde | Poesia | Michele Caccamo | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Artemisia
  • Filo Bacco
  • Marco Galvagni
  • Giuseppina Di Noia
  • dante bellanima

Giovanni nulla si disperde

Giovanni nulla si disperde
e credimi è così che intendo 
anche i trafficanti che hai portato 
e che sono sul punto di allontanarsi
con la premura degli uomini
per quanto si avvicini la tua fine
i loro piedi sono andati dritti
potrebbero essere all’inferno
e così nel sentimento già lontano
non ascolterai quanta perfezione
hanno tuo Padre e la Sua terra
avrai vicino il torto accorante
la difficoltà o quel che può
se rimasta in ciascuno la paura
io conosco il tuo coraggio
fosse avverabile la preparazione
noi avremmo un altro passato
o a fantasticare se vuoi
la nuova Gerusalemme 
e ogni Tempo Santo
 
inedito di michele caccamo
tratto da: il parto della Sovrana
 
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 5 utenti e 2791 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Giuseppina Iannello
  • live4free
  • Antonio.T.
  • ferdinandocelinio
  • ferry