L’amore che intendi | Poesia | Michele Caccamo | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Artemisia
  • Filo Bacco
  • Marco Galvagni
  • Giuseppina Di Noia
  • dante bellanima

L’amore che intendi

L’amore che intendi
ha gli organismi asciutti
le guance le braccia il naso 
senza togliere il cuore
è per la sua educazione
che si è visto l’insuccesso 
ti avanzasse in qualche posto
un minimo di carattere
o all'istante ti dico una malattia 
che potesse raccogliermi
come una prova nella tua pancia
avresti un corpo di mine
o meglio l’assistenza 
per la lunghissima fantasia
che non hai conosciuta bene
se questa già solo espressa 
è vissuta troppo a lungo
è vero quanto sia debole
anche la sola parola
di una speranza possibile
se non ogni mille anni
ma sei lontana dai prodigi
e posso pensare dalla carità 
affinché io sia un morto
 
inedito di michele caccamo
tratto da: al pari del mio corpo

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 6 utenti e 2598 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Bowil
  • ferdinandocelinio
  • Grazia Denaro
  • Salvatore Pintus
  • live4free
  • Antonio.T.