La brutta morte | Poesia | vinantal | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Tanjun
  • Gabbo
  • Voce di vento
  • Giovanni Ferretti
  • Leelight

La brutta morte

Sospiri come rantoli e l’anima che spinge,
cadavere ambulante che scende per la china
e non si può fermare.
Di lei, di lui, degli altri, non t’ è fregato mai,
fingevi leggerezza, poi ratto pugnalavi
col tuo sorriso falso.
Or paghi il prezzo, che loro stan pagando,
che intorno al letto tuo son radunati
per darti il benvenuto.
Lo so non puoi vederli, però li puoi sentire,
sussurrano nell’ombra terribili parole.
Il tempo è giunto e li potrai abbracciare,
il figlio  rigettato e la compagna tua, tradita.
Oltre le soglie nere che loro han già varcato,
suicidi in nome tuo che ti saran compagni,
non come in questa vita, passeggeri;
ma per l’eterno, nel rosso dell’Inferno.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 5 utenti e 2835 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • sapone g.
  • Rinaldo Ambrosia
  • luccardin
  • Marina Oddone
  • Bowil