"Perchè non parli?" | Poesia | woodenship | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • BruceBialo
  • Ugo Marchi
  • AriannaM
  • Giulia29
  • Natural System

"Perchè non parli?"

 
Se ti è impossibile perdonare oltre
il mio silenzio d'accigliato vecchio
che s'allarghino sfavillii a cascata
magmatici di sovrumana pietà.
 
Ma ciò dovesse esserti impossibile
allora, come mi hai spremuto, pensa:
brezza d'anima urlante grezza, estratta
dal marmo  passione, mito ispirante.
 
Riducendomi in frammenti spigoli
imprigionanti, così ti sei reso
merito: a memoria, giustizia in sogno
sillabando, mi hai vissuto e lisciato;
 
sibili di vento auscultando in petto;
di tra le vesti, con scalpello, sferza
hai mutato in carezza, scroscio in raggio;
sentite emozioni in incavi ad arte
 
selvaggia, sì che mi hai scolpito integro
ingrigito senza pari di beltà
in mano le tavole delle leggi.
Scultore, ordunque non colpirmi ancora!
 
Paradosso dell'artista in tumulto:
nei comandamenti scritti col sangue
è che il non esserci dovrebbe esserlo
più sconvolgente dell'esserci. Quando
 
scalfenti di lingua ferrea, tra i denti
alterne, ci schizzano frasi appese
restando, perchè mai giungono a verbo
da lapidi quindi svaporii mai incisi.
 
Allora hanno da essere dirimenti, pensa
le parole che abbiano a caderci di bocca
marmo da plasmare. Lo sai, però mi chiedi
ugualmente di farti eco alla tua coscienza
 
... è che tu, così intento nel creare con scienza
hai fatto sì che altro rumore o urlo di gola
 mi uscisse, se non dal ferro a filo di vene
voce inibente nell'inseguire candore.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 2449 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Bowil