Questo non è un posto per ragazze come te | Prosa e racconti | Yuria Mizujima | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Voce di vento
  • Giovanni Ferretti
  • Leelight
  • rimagliaversi
  • micetta

Questo non è un posto per ragazze come te

 
Cherry Hill si era svegliata allo spuntare dell’alba di una grigia giornata d’autunno come il cane che dorme, ringhiando minacciosa uno scroscio di pioggia torrenziale. Un vento furioso carico di nuvole spazzava le strade. Senza lasciare nulla. La fila di negozi che si affacciava su Haddonfield Road era ancora chiusa. Chick-fil-A, invece, aveva appena aperto; il leggero brusio delle voci dei pochi clienti, impigliato nel vuoto di una conversazione frivola e noiosa, restò sospeso a un filo di sonno nell’aroma del caffè e nel profumo delle brioche appena sfornate.
 
Sally era una mattinata settembrina, romantica e sognante. Una fogliolina di ginepro bruno scuro che sfumava nel seppia. Due occhi colore del mare. Svelti. La lingua sciolta. La conoscevano tutti; Briciola, la chiamavano, per il suo vezzo stravagante di avere le tasche sempre piene di pane smollicato. Un fior d’angelo. Candido e profumato. Per dire la verità, un piccolo demonio. Certe volte, sorpresa a rubare nel negozio di alimentari su a Ellisburg, la vedevano poi scappare a gambe levate giù per Maine Avenue fino a Lion’s Park, seminando caramelle e cioccolatini per tutta la via che rotolavano a destra e a manca come bilie di vetro, la faccia rossa come un peperone dalla corsa, le lunghe trecce bionde pressoché disfatte e i suoi adorati nastri gialli persi chissà dove.
 
Alle 7:40, il bus fermò a Chapel Avenue, di fronte all’ospedale. Frankie scese dalla scaletta e gettò uno sguardo intorno per vedere se ci fosse un bar nelle vicinanze. Si stava pisciando addosso. Alzò le spalle in segno di fastidio. Accese una sigaretta e si incamminò a testa bassa verso casa. Era uscito di prigione mezz’ora prima, dopo aver scontato dieci mesi per una rissa cominciata per scherzo. Una beffa di cattivo gusto. Quasi per ironia della sorte, finita in un bagno di merda da Pats, la pizzeria dietro Wells Fargo Bank. Era un uomo violento, un criminale bugiardo. Aveva la passione per le carte e per la caccia e un solo fuoco: Sally. Abitavano l’uno di fronte all’altra, ai margini della zona residenziale di Burrough’s Mill; due villette rustiche di poche pretese, giardino e capanno per gli attrezzi. Lui la spiava da lì, dalla finestrina che dava sull’orto. Stregato. Sedotto. Una bellezza acerba, quanto l’uva novella. La guardava dondolarsi sull’altalena appesa al platano, il pomeriggio, al ritorno dalla scuola. T-shirt e jeans arrotolati alle ginocchia. Anche soltanto quella piccola imprudenza lo mandava in estasi.
 
Sally era uscita di nascosto dalla porta di servizio, poco prima che Frankie girasse l’angolo di Church Road. Vestita di un chiaro miele logoro, tutto rattoppato, calzini bianchi calati fino alla caviglia e scarpe da tennis. Voltandosi, lo vide risalire il parco. Velocemente, verso di lei. Capì al volo. Non tentò nemmeno di fuggire. Questo non è un posto per ragazze come te, le sussurrò all’orecchio. Sally fece una smorfia. Sciolse i capelli e gli spalancò in faccia un sorriso malizioso. Frankie le strinse forte il braccio sinistro e non allentò la presa. Lei non gridò; infilò la mano buona nello zainetto che le ciondolava sul fianco e gli piantò dodici centimetri di lama dritto nel petto. Lui cadde coi piedi all’aria in una pozza di sangue. Morto stecchito.
 
L’acqua arrivò. Un rovescio terribile spazzò le strade. Senza lasciare nulla. Sally si riparò da Chick-fil-A; sedette sul primo sgabello libero e ordinò una cioccolata calda. Paga Frankie, disse ridendo alla cameriera sventolando una banconota da 50 dollari rosata di fresco.
 
dédié à toi et moi
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 11 utenti e 3064 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Salvatore Pintus
  • Bowil
  • ferdinandocelinio
  • webmaster
  • vinantal
  • erremmeccì
  • sapone g.
  • ComPensAzione
  • live4free
  • Ezio Falcomer