Login/Registrati

Commenti

Piazzetta virtuale

 agorà

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Julia Litròf
  • Rifugiata Poetica
  • Guglielmo Perfetti
  • Nefelia
  • Aug

Blog

Lentamente

Ti assaggio con gli occhi
prima che il contatto col tuo corpo
cancelli volontà e ragione,
prima che i nostri sensi
siano uno solo.
Poi mi unirò a te
ma solo lentamente,
perché la passione cerca una meta
a me invece piace trattenerti
in una infinità senza respiro.

Franco

Cinderella

Image Hosted by ImageShack.us

(Sulle note di I sogni son desideri)
 

Mentre le urla tentano di coprirla
gattonando
come bestia lustra a nuovo i pavimenti

lei non sente

è uno specchio il suo sorriso
che rimanda il brutto al passo dell’avvio.

Stracci stanchi
sono gli abiti della vita buia
che di gelo velano il soffio antico

lei è caparbia
 
misteriose nenie riesce ancora a intonare
quando con la mente plana sul lustro che l’attende.

Non ha fretta
e con mano lesta
asciuga un’altra goccia ancora

lei sa bene

a denti stretti aspetta
che giunga la sua amata sera.

tiziana mignosa
11 2009

 

note dell'autrice: siamo un po' tutte Cinderella!

Alla svolta

Alla svolta del sentiero
salendo dal torrente
impressiona il colore
cangiante di tono
del bosco al sole.

In fondo lo cercavo
per scacciare dal cuore
un corvo di pensiero
che s'annidava grave
di mestizia mortale.

Il nostro piccolo infinito

boh

Era nebbia a fermentare
tra filari di pensieri
Ora dico
annegati in me
chè il vino nuovo scalda
Ho calici già pronti
e piccole gioie a decantare
e mi farò braccia larghe
per accoglierti
quando ebbro mi ricadrai addosso
Per troppo ho avuto il gelo al cuore

La calciatrice (Vibeke's contest - Il tocco di una dea)

L’annata calcistica volgeva verso la metà del suo corso, e dai risultati conseguiti poteva già evincersi che per il Fredrikstad FK quella sarebbe stata una stagione di transizione, sia per la sezione maschile, sia per quella femminile.  Le ristrettezze economiche in cui versava la società, ed alcuni cambi in corsa in seno ai suoi quadri dirigenti, avevano destabilizzato le rispettive squadre, creando un clima di tensione latente all’interno degli spogliatoi, tensione acuita dalla mancanza di risultati sul terreno di gioco.

Noi della femminile oscillavamo da inizio campionato fra un anonimo ottavo posto ed un ancor più scialbo decimo posto, e sussistevano tutti i presupposti per preconizzare un simile piazzamento al termine del torneo.

Mi recavo agli allenamenti sempre più controvoglia. Avevo già incassato troppi gol nelle partite ufficiali, e nei nostri schemi difensivi si creavano puntualmente delle falle che non riuscivamo a tappare. Leggi tutto »

Gomorra

Ciò che pareva vita
m'apparve di sfuggita
e con un mar di niente
che mi girava intorno
Fango
putrido e profondo
ad attrazione nulla
nella ragione logica
Gomorra
latita immaginazione
galleggio
oppure annego
la differenza è zero
Allor magari anch'io
imparerò a nuotare
in questo fango sangue
com'unica mia via

Il mare attende

Senza illusione scorre
il mio fiume.
Non sa quando
vedrà l'orizzonte.
Fra luci, riflessi
gabbiani in volo
il mare attende.
 
Acqua nell'acqua.

Non ci troveranno

 Vecchie superstizioni ci vogliono catturare. Parlami e fuggiamo. Fuggiamo assieme attraverso gli infiniti mari e gli irrangiungibili cieli. Svegliami e cominciamo a correre. Corriamo fin sopra le nuvole dove le ingannevoli apparenze non ci troveranno. Ricordami e rifugiamoci nella tempesta. Non ci distingueranno, siamo in troppi. Vecchie superstizioni ci vogliono catturare, cominciamo a correre.

Nudi ricami di rami

Tendevano al cielo le braccia i poeti
dai versi ormai spogli volati
lì vicino per terra
oppure là sopra l'acqua
qualcuno preso ha vento per l'alto
e ancora cerca un suo lido
ci sono quelli del cuore
rossi per l'esibizione
ma quelli che amo son giù
umili mi piaccion di più.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 2231 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • sapone g.