Blog | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Piazzetta virtuale

 agorà

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Laura Archini
  • Artemisia
  • Filo Bacco
  • Marco Galvagni
  • Giuseppina Di Noia

Blog

Ruggine

Cerchi concentrici di acqua circondavano il ruggine di una foglia di platano che ribelle aveva deciso di posarsi sull’acqua. Le sue sorelle in disparte occhieggiavano con i loro verdi sottobosco e le loro sfumature di ocra e giallo d’autunno inoltrato. Solo lei spiccava per quel suo inconfondibile colore.  Affascinato ho seguito con lo sguardo il lento roteare della foglia che piano veniva inghiottita dall’acqua. Mi sono svegliato madido di sudore. Sul bianco candido del cuscino accanto a me spiccava una macchia a forma di foglia. Color ruggine.

Immagini per guarire

La cultura occidentale promuove uno sviluppo prematuro delle facoltà mediate dalla parte sinistra del cervello.
Questo non è uno sviluppo naturale è un innalzamento prematuro dell'energia verso l'alto; la parola ha la meglio sulla visione e il sentimento, ed infine giunge a slegarsi da essi.

Parte della nostra eredità culturale è la credenza che la mente è superiore al corpo, ciò ci conduce inevitabilmente ad una intellettualizzazione della spiritualità riducendo il corpo allo stato di macchina.

Questa separazione è tutt'altro che naturale e si traduce in una perdita dello stato di grazia. La grazia è quello stato in cui l'essere umano può vivere in unità spirito materia dal momento che la grazia è lo spirito divino che agisce attraverso il corpo.

La comprensione umana e la comprensione intellettuale viaggiano da sempre su due binari diversi, ma bisogna ricordare che questa scissione è solo la conseguenza di uno stato di stress; lo stato naturale di salute prevede che pensiero, sensazioni, visioni e sentimenti siano uniti.

Le visioni interiori sono state utilizzate sin all'antichità come un modo di sanare questa spaccatura. E’ scientificamente dimostrato che la visione del bello, e quindi dell’arte e della luce, ha un effetto straordinariamente benefico sull’animo umano.

pensiero

"dolce dolce
il tuo pensiero
lo appunto con lo spillo
sul cuscino
per ritrovarlo all'alba
ancora accanto."

troppo sentire

Girano in tondo
i giorni e gli sguardi
 
Un vecchio vinile
rigato dal troppo sentire
trasforma i silenzi
nelle note del solito  canto
E vorrei carezzarti i capelli.

L'ultima chance

T'incontro oggi dopo una vita intera
e sei il vento che graffia con la sabbia,
le nubi che s'aggrumano nel cielo,
bagliori vivi sulla via del sole,
i fiori spampanati nel giardino,
l'odore vecchio dei fogli nel baule.
Sei ancora il giocattolo difettoso
che abbandonai quel giorno sul divano,
il mio buffone, il primo vero amore,
l'ultima chance, la me stessa vera.

Di fiore in.....fiore

Alla vita

Son qua. Ti aspetto in piedi.
Conosco ormai il tuo gioco…
Mi concedi gocce miracolose
lasciando che il mio animo
pervaso d’amore
liberi in volo lo spirito mio…
E’ allora,
al limite del mio volo,
che mi colpisci nel fianco,
mi ferisci, mi costringi a planare
mi atterri.
Ma son qua e resto qua…
Se questo che dev’esser..questo sia!
Sarò forte, vedrai…
Custodirò come una madre nel grembo
le gioie che mi saranno concesse
e al solo pensiero di esse
il dolce sapore riaffiorirà sulle mie labbra
mischiato a lacrime e dolore
donandomi la certezza
che ancora ce ne saranno per me…
e più forte di prima,
mi rialzerò e ancora aspetterò.

Vele

 
        Vele che partono insieme
        gara gioiosa
        seguita da occhi
        di sole.
        Bimbi che corrono
        sulla sabbia bollente.
        Vele confuse
        spuma di mare
        gioia di un cuore
        che sa donare amore.
 
                        Maria Dulbecco

Hai Scoperchiato Il Pozzo

Hai scoperchiato il pozzo
delle mie attenzioni
destando gli occhi
che non vedevano.

Hai colmato il lago
delle mie emozioni
ridando umore
all'inaridite lacrime.

Hai seminato il campo
delle mie passioni
generando piante
d'eterna forza.

Ed ora io
inerme e nudo
piango ed amo
ridendo insieme

senza più difese
senza più ripari
contento d'essere
il tuo creato.

      loripanni

Messaggio in bottiglia (a Pasolini)

A te scrivo sul foglio sgualcito queste sillabe,
Pier Paolo, con incerta grafia: ci siamo visti
ieri nella Villla Comunali. con un cappotto
azzurrocielo seguivi il tempo e la città con occhi
atenti, capelli candidi in quel trasumanare
degli occhi nei miei e nel cielo per effetto
di grazia e di bellezza tra le gioie oltre il tempo
a ricordare acque amniotiche d'infanzia
e in men che non si dica. mi guardavi, Pier
Paolo abbeverato alla fontana e dicevi,
acqua sorgiva sono i tuoi versi, acqua dove
disegni bene e poi nella tua Alfaromeo siamo
andati al Virgilano in un'attenta raduranatura
e un tuo libro mi hai donato.
pareva farsi sera in quell'aria di nitido
vetro contro il cielo in arcobaleni
di bellezza se la Madonna ti guardava
in pozze di occhi azzzurri verso ogni
teca di te. E il tuo nuovo libro si chiama
profezia, teso tra anima infrangibile e mai
dette parole. Mi hai portato a casa, Pier Paolo
in attimi fuggenti com il film
delle noste vite ad intessersi
in chiara trama di stupore dove
eravamo già stati un anno fa.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 6 utenti e 2324 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • luisa tonelli
  • Rinaldo Ambrosia
  • ferdinandocelinio
  • ComPensAzione
  • ferry
  • Antonio.T.