Blog | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Piazzetta virtuale

 agorà

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Laura Archini
  • Artemisia
  • Filo Bacco
  • Marco Galvagni
  • Giuseppina Di Noia

Blog

Cammina

Togliti le scarpe e andiamo
togliti le scarpe e cammina
dietro o davanti a me.
Non mi vuoi accanto?

Senti la terra sotto ai piedi
scottati la pelle sulla pietra
ora si può solo andare.
Togliti le scarpe e andiamo.

 

The ticket

The ticket
Cammino contro vento
non vedo nulla
se non quello che c'è.
Cerco oltre,
al di là delle nuvole,
del tempo che ci incatena
in questa realtà che non ci appartiene.
Chissà ora il tuo sguardo
che incrocia altri occhi
se vola insieme al tuo pensiero
in quella randagia terra
che pochi conoscono,

Spesso il male di vivere

Spesso il male di vivere
lo trovi nelle piccole cose:
in un fiore appena colto
e già appassito
in un conforto negato
in una promessa disillusa
nella menzogna truccata da verità
e nel pianto di un bimbo
che perde il suo palloncino.
Spesso il male di vivere
lo trovi nelle piccole cose. Leggi tutto »

Il Kaos, dietro la collina

Kaos, nel ventre di una mummia polverosa
nirvana, nel sonno di un buddha di giada
il vento si alza a cercare le forme per svelarsi
il canto di un giorno è un astro in cielo che guarda
la pace incede alla sera nel campo, riposano
sotto i sicomori i pastori annoiati di caldo,
forse la frescura donerà respiro alle loro membra
domani il sole sarà ancora accecante, e il vento
di nuovo accarezzerà i declivi dolci di questa collina.

La sera dei cachi

Arriva l'autunno,

come un viandante notturno
lume di un faro di strada 
bagnata dai suoi umidi passi
errabondo, vuoto il suo sacco
non porta che fredde notizie
le porte s'aprono e le finestre
irrompono luce dei colori delle foglie
il tempo scivola in un mare di nebbia
via come i nostri momenti di sole ora
rotti dal silenzio arridono al tepore
del ceppo bruciante sul fuoco
di castagne adornato e rosse more 
 
mao e Michè

Ancora la luna

La mia luna era triste
come me
la guardavo e sognavo.
Oggi guardo la luna
è a metà
come me.
Ora so che l'altra metà mi pensa
mi aspetta mi ama mi sogna
guardando il cielo.

Può chiamarsi Bardata?

Tra guizzi e sonetti Leggi tutto »

Non ci vado più

non ci vado più dalla parrucchiera
mi rintontiva di chiacchiere ogni sera
mamma mia la cosa e poi quell'altra
la tizia va con tizio anche quella
mica come la sua che è anche bella.
 
ha visto gli ho fatto una testina
sembra una fata è a posto pure stamattina
certo a lei una tintura gli farebbe bene
ha tanti capelli grigi gli conviene
e fa bella figura anche la su' donna
 
sa!

un ultimo sguardo

un ultimo sguardo alla tua malefatta
prima di accenderti una nuova sigaretta
seduto sul bordo del letto ti chiedi perplesso
che senso ha avuto per te questa notte di sesso

non l’hai mai amata non l’hai mai voluta
eppure stanotte con rabbia l’hai posseduta
che senso ha dunque questo gioco d’azzardo
se l’amore strappato per te vale solo uno sguardo
 

attesa

Quest'attesa
garbata e immobile
senza fronzoli
nemmeno un'unghia rosicchiata
è di un viola snervante
una bocca cucita
una nuvola amara

Conosci la quiete
prima della tempesta ?
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 6 utenti e 2805 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Antonio.T.
  • luisa tonelli
  • ferry
  • ferdinandocelinio
  • Grazia Denaro
  • nubi