Blog | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Piazzetta virtuale

 agorà

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • BruceBialo
  • Ugo Marchi
  • AriannaM
  • Giulia29
  • Natural System

Blog

La pesa

 

Scusi, non le sembrano un po' care queste castagne, otto euro e cinquanta al chilo; quante ce ne sono in un chilo?
Cosa ne so io? Trentacinque forse.
Mi sembrano poche per un chilo.
Allora forse quarantacinque signora.
Ah, va bene. Sa, siamo in tre.

All'amica che legge

 

Ti penso, amica, nel mezzogiorno afoso
e l'aria immota siede sopra l'anima
a memorarmi i limiti del corpo
che vorrebbe illudersi dell'ora
sempre giovane a sè per un incanto
ma non esiste fata al desiderio attenta
così che infine devo esser contento
del canto intonato sulla lira
melopea-farmaco al cuor quando delira.

 

Un muto incontro

 
 
Un soffio di tramonto
sta attraversando l’iride
e s’infrange sull’ematoma gonfio
 
penzolante ai limiti del cielo
 
Una bella invenzione questo sogno
forse un trucco di valzer
questo ballo di lacrime e di ciglia
 
dondolante all’estremità dell’occhio.

 

all'ombra di un 'ombra

Passeggia lungo i viali
quest'autunno
 
Quasi una meretrice stanca
coi suoi pizzi di ocra  e ruggine
scansa pozzanghere e inviti a buon mercato
Riposa
di tanto in tanto
all'ombra di un'ombra
sotto un albero ormai spoglio

Iole

Mi hai chiesto una dedica poetica al bastone
con un sorriso a cui non voglio resistere
raccontandomi di te quando al danzare
il corpo giovane faceva innamorare
ed in fondo non è certo pesante
al vezzoso sostegno elegante:
indietro gettate le annate
hai il vento a favore che spinge
e il cuore continua a esplorare.

Nell'azzurrità

Solo sale

sale

 (foto presa nel web)
Solo sguardi stanchi
ormai
ciò che resta tra noi.
Tra le mani indugiano
come gocce di  sale,
amara rugiada
avide bramano
le mie aride labbra.
Non placano più
ormai
la mia sete di te.

Lentamente.

sento cadermi i giorni e lentamente
come secche foglie d'autunno
cade la mia voglia di andare lontano
non sento e non voglio ascoltare più
quella voce che suadente e di suoni ricca
diceva corrimi incontro e ti darò la vita.
ho scarpe vecchie nere sempre quelle
e la vernice lucida brillante è fatta opaca
impolverate sempre sulla stessa strada
stesse vetrine con gli stessi oggetti
bambole con occhi fissi a guardare nulla.
sento salirmi ogni tanto inutilmente
una voglia di eliso ma vengono dal velario
che lo tiene ascoso garrule grida di frale umanità
sudata impiastricciata di motti spalancati ovvi
semplici desideri d'un consueto nuovo
che paiono perline di vetro colorate
al collo d'una trepida fanciulla.

 

Macula ...

 

solo un pensiero
che s'infrange lento
sulle tue parole non dette.

rimbalza,
tra i rossi delle tue ciglia di fuoco.

Mi riaccende il battito, sonante.

Il tuo piglio, distante.
La tua voce, soffice...
liscia il pelo, al mio spirito randagio.

Caldo d'ottobre il tuo spirito
che per me, fu di luglio.

Macula, ora riflette luna calante.

 

 

Ad un poeta

Come è mia consuetitudine vi presento Danila e una sua poesia 

 

Poeta, uomo di pace,
fanciullo occhi- ridenti.
 
Ti regalo la mia piccola voce,
gorgogliante d’erba,
tremante di paura, azzurra di pensieri
chè te ne cinga il capo,
bianco e solenne,
come di un gelsomino
              
                     Danila Corlando

Questa estate

Lasciar che sia la vita a portarla via?
si strappa, si lacera e vuole andare
questa parte di me che germogliava
s'insanguava e cresceva potente.
A stille a gocce ora si prosciuga
l'anima mia la mia passione
da quando l'occhio di lei più non la nutre.
Andrà dietro quel sogno che la vita acceca
come rivolo che dall'alveo primario
si diparte per qualche debolezza d'argine
e si perde tra sassi e aride sabbie assetate
e nulla resterà se non l'estate.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 4 utenti e 2675 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • luccardin
  • live4free
  • Bowil
  • Antonio.T.