Anonimo

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • dante bellanima
  • Nicoletta
  • Kippax19
  • Claudio Spinosa
  • Tanjun

blog di ComPensAzione

Il giorno del Silenzio

Si distendono le ore
scivolando in preghiere
e adorazione d'un Corpo che tace
Giorno di campane mute

Nipote, amato

È nel precipitare dei sensi
la vertigine della vita
esplorarne i confini
tra il vertice della gioia

La misura del tempo

Ed è così quando l'impegno grava
di passo spedito, in fiato corto
levita su orme eteree
lascia spalle in scia, evapora 

Tabula rasa

Non so 
se a far scivolare la mia mano
sul tuo volto 
sono le lacrime che trattieni
o lo stridio fuori

Rampicante

Così m'aggrappo
ad ogni istante, in ascolto
di scorrimento andante, scroscia
in caduta libera il tempo

Spiacere

Ha un gusto, l'attrito
quello di sconfitta, sanguigno
galleggia sospeso 
su sprazzi d'acidità sostenuta

Ciarle

Un'abilità consueta
tra passi, voci e storie
essere e passare il testimone
farsi carico di leggerezze

Partenze

Nello spegnersi degli echi del giorno
sospesa
tra la preghiera e il sonno
svolgo l'ultimo pensiero

Disarticolata

Scenderà in gola
come una sassata 
un colpo codardo
Perdersi d'equilibrio, poi
nel volgere d'uno sguardo

Dimenticanza

In punta di lingua
scivola
nemmeno
il palmo sulla fronte
o le dita sulle grandi ali
le punte sole, a roteare

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 10 utenti e 2292 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Salvatore Pintus
  • sapone g.
  • Antonio.T.
  • erremmeccì
  • ferry
  • ferdinandocelinio
  • gatto
  • live4free
  • Grazia Denaro
  • Bowil