Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Antonio Mario
  • Poeta Errante
  • FarfallaBlu93
  • Lunachiara
  • cuoreinfranto

blog di Franco61

Davanti al mare

Solo davanti a questo blu,
mentre la brezza giunge fresca.
Le mille sfumature di colore
l’ increspatura dell’onda
che si frange sulla sabbia
in un sfrigolio di conchiglie.
Momenti intimi, di una storia semplice.
Raccoglierò il respiro del vento
che arriva da me
dopo aver attraversato la tua terra.
E ti penso,
tu, mia silenziosa amica,
mi tocchi dentro
ti sento vicina,
ed io sogno
che mi accarezzi il cuore

Franco

2010

Buon Anno a tutti quelli che come me,
in questi giorni di riflessione e introspezione,
e considerando che
"l’Inferno è fatto solo di buone intenzioni",
(proverbio argentino)
ha deciso per il 2010
di rimanere esattamente
lo stesso di sempre.

(Ma tanti auguri a tutti gli altri)

Franco

2009

Muore il 2009
facendo scivolare
i ricordi nella notte
dove il tempo è sempre breve.
Un anno diverso
dove son cadute le speranze
ad ogni tramonto
e dove le stelle
hanno fatto solo promesse
ai desideri.
Muore il 2009
che ogni mattino offriva illusioni
portate dalla luce dell’aurora

Muore il 2009
mentre scrivo emozioni
che forse non saranno lette
ma muore regalandomi un sorriso
e annunciandomi l'arrivo
di sogni irrisolti
rimasti ad aspettare

Franco

Regali di Natale

Un maglione colorato
è il regalo per Renato.
Carla ha ricevuto un anello
dal suo amato Antonello.
A Paolo un cellulare,
il suo lo perse al mare.
Col libro non si sbaglia,
uno per tutta la famiglia.
“Franco! Quale è stato il tuo regalo?”
A me senza preavviso
hanno regalato un sorriso.

Franco

Preferisco non amarti

Preferisco non amarti
per abbracciarti ogni giorno.
Preferisco non amarti
per non farti mai cambiare.
Preferisco non amarti
per non vederti soffrire.
Preferisco non amarti
per non farti ingelosire.
Preferisco non amarti
per vederti solo sorridere.
Preferisco non amarti
per non odiarti mai
Preferisco non amarti
ma volerti bene
per tutta la vita.

Franco

La mia stella

Ogni fine giornata mi piaceva passare per la spiaggia prima di tornare a casa.
Mi sedevo sulla sabbia a guardare verso il mare e poi in cielo, dove ogni sera, come il buio faceva da padrone, compariva la mia stella.
Non era come le altre, mi guardava, mi parlava e mi consigliava.
Non sentivo le sue parole, ma sentivo che mi sfiorava il cuore e io capivo cosa voleva comunicarmi.
Era la stella più luminosa, più bella.
Un giorno dovetti partire lontano, in un posto senza mare, speravo che comunque avrei potuto continuare ad incontrarmi con la mia stella.
Ogni sera come faceva buio mi affacciavo alla finestra e la cercavo, ma non sono riuscito più a vederla, non ho sentito più il suo calore e le sue carezze al mio cuore.
Come era possibile? Una stella non può sparire da un giorno all'altro, non può essersi spenta così.
Più passavano i giorni e più la malinconia aumentava e la mia stella ormai era sparita per sempre.
Diventai vecchio e dovetti smettere di lavorare.
Con i pochi soldi racimolati presi la decisione di tornare alla mia terra, di tornare dove c'era il mare.
E così feci.
Era cambiata molto la mia terra, il progresso provoca modifiche irreparabili, però ritrovai la mia spiaggia, bella, bianca e con il mare meraviglioso che l'accarezzava con le onde.
Una notte mi ritrovai di nuovo a passeggiare sulla sabbia di notte e ad un tratto sentii una voce che mi chiamava, ma che sembrava venisse da nessuna parte.
Alzai lo sguardo e rividi la mia stella, sempre bella e luminosa, che mi sorrideva.
“Ti ho aspettato tutto il tempo e sapevo che saresti tornato, adesso non potremo più separarci e non avrai nemmeno bisogno di venire in spiaggia tutti i giorni”
“Perché non devo venire in spiaggia, il mio cuore ha bisogno delle tue carezze” le chiesi quasi implorante.
“Non ci sarà bisogno perché adesso verrai da me e non ci separeremo più, e il tuo cuore potrà avere tutte le carezze che non ha mai avuto”
“E come sarà possibile tutto questo?” dissi...
La stella rispose semplicemente:
“Chiudi gli occhi”

Franco

Buon Natale

Buon Natale a chi mi vuol bene,
a chi mi vuol male
e a chi non mi conosce.
Buon Natale a chi mi ha rifiutato
e a chi con me si è divertito.
Buon Natale agli amici
e anche ai miei nemici,
pure se lo passeremo divisi.
Buon Natale a chi mi ha amato,
e pure a chi mi ha odiato,
(ma forse me lo sono meritato).
Buon Natale a te che, anche assente,
forse stai leggendo,
Buon Natale davvero
con tutto il mio cuore

Franco

E vai via

E vai via
cercando strade nascoste
e schivando gli sguardi.
Copri gli occhi,
lucidati da lacrime
nascoste da un falso sorriso.
Continui a correre
ma per un attimo ti volti
ad un richiamo forte,
ma non è stata una persona a urlare,
solo il tuo cuore a sussurrare.

Franco

Questa sera

Sfiorai il paradiso questa sera,
guidato dai tuoi respiri
a scandire movimenti profani.
Dolci e frenetici piaceri.
Dimentichiamo di essere mortali,
questa sera.

Franco

Chiudo gli occhi

Chiudo gli occhi
e mi cullo col tuo nome,
una dolce melodia,
un rifugio d'amore.
Nei miei giorni bui
disseti la mia anima.
Nei miei giorni di sole
vorrei illuminarmi di te.
Vorrei prenderti le mani,
parlarti senza parole
e darti solo gioia.
Chiudo gli occhi
e nel silenzio ti aspetto
mentre il sole sorge.

Franco

Cerca nel sito

Calendario 2018 di Rosso Venexiano

clicca sull'immagine
per scaricare il calendario

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 14 utenti e 2122 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ComPensAzione
  • ferdinandocelinio
  • Ezio Falcomer
  • luccardin
  • Manuela Verbasi
  • Antonio.T.
  • Bowil
  • Sara Cristofori
  • Fabrizio Giulietti
  • webmaster