Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Nadia C.
  • Cercatore di co...
  • Ezra blacke
  • Speranza2017
  • Byba

blog di Greta Leder

Abisso

le tue discese colorate di tessuto
narrano le gesta di draghi
e di donne
tracce indelebili
di vite passate tra le tue mani
ora è tempo di nuova vita
hai di nuovo sentito
il canto della sirena
che ha richiamato
la bestia ferita
ora accoglila
e cullati nel suo ventre

Un raro fiore delicato

Fai navigare le tue navi attorno a me
E radi al suolo i tuoi ponti
Facciamo un po’ di storia, bimba
Ogni volta che mi vieni vicina
Libera i cani contro di me
E sciogliti i capelli

Breath

375718_196767013732712_100001982454223_456307_485985470_n.jpg
Morderei il tuo respiro,
ma i tuoi occhi limpidi
gridano innocenza.
Tremo per quanto è dolce
il pensiero che ti accompagna.
Sprofondo nel vuoto dove tutto
diventa sogno
dove tutto diventa desiderio
ti incontro nel sogno

Whisper

378699_194725040603576_100001982454223_449515_2066608673_n.jpg
Il tuo alito sussurra al mio orecchio
mentre l' Inferno entra dentro
attraverso te.
Le mie carezze sono lente
aspettano consenso.
Il tuo viso gira attorno alle mie mani,
le baci, le mordi,
le accarezzi con le guance.
E mentre guardo i tuoi occhi chiusi,
alzo lo sguardo al cielo,

La tondità dell'amore

72123_68.jpg
costretto
a vagare
nella melma nera
dell'anima
in un mondo
senza
sole
e senza vento
oggi
mi sono
imbattuto
in una perla
lucente
e preziosa
aveva
il riflesso
dei tuoi occhi
il pallore della tua pelle
l'odore
di casa

Inquieta_mente 2

mente_inquieta
mi attanaglia
compio respiri corti
l'aria rientra subito nei polmoni
con più violenza
circolare
agogno la pace
ridotta ad un lumicino
lontano
che non si avvicina
non si ingrandisce
non illumina la mia stanca anima
ma in fondo
quella pace non mi appartiene

Inquieta_mente

L’inquietudine
occupa
un appartamento
di proprietà
nella mia anima
Pareti di mare
sempre increspato
corridoi di vento
e Soffitti di cielo
mai terso
Nell’aria
una canzone
senza titolo
Un respiro
circolare
Un’apnea
di cuore

Rammendo

Parole sui polpastrelli e
Dita per scrivere
Dove occhi
Lambiscono sguardi
 
La pelle che abito
Cela impronte
Che solo polvere e mani
Sanno leggere
 
Rammendo
Lo strappo sulla schiena
Dove la vita lacera
Perché mi va stretta

Il pasto

L'istante successivo
all'impetuosa tempesta
Il respiro strozzato
nel profondo di un grido
liberatorio

Le mani strette in un pugno
attorno agli inviolabili lacci
I muscoli tesi e vibranti
Il sudore che strappa brividi
ciechi

L'oscurità avvolgente
della benda

Ritorni

Nei primi incerti
sospiri di una sera estiva
riconobbe quel profumo
lontano

L'indefinibile fragranza
di una pelle
a lungo sognata
immaginata

Il sinuoso invisibile incedere
nei suoi pensieri
del denso voluttuoso
piacere

Percepì chiaramente

Cerca nel sito

Calendario 2017 di Rosso Venexiano

clicca sull'immagine
per scaricare il calendario

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 6 utenti e 2706 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Eleonora Callegari
  • Antonio.T.
  • Cercatore di co...
  • Ezra blacke
  • nickandclick
  • Andrea Occhi