AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Laura Archini
  • Artemisia
  • Filo Bacco
  • Marco Galvagni
  • Giuseppina Di Noia

blog di Michele Caccamo

Lo spazio nel buio

lo spazio nel buio
non può muoversi
non sente l’aria
e si incurva
in tutto l’universo
come un presagio di morte
non ha vento
né l’ossigeno che vola
è una massa unita
lo guardo
quello spazio muto
come fiata
come alza le ali
come soffoca la luna
e penso all’attimo al limite
a me che ancora più muto
starò con le suppliche
con le punte dei fiori
in un solo incessante sonno
in una bolla
in orbita
completamente solo
per un deciso evento
una migrazione
poi del cielo sarò la preda
la congiunzione il filamento
e farò più larga questa aria
e vorrò i venti nel passo a conca
e dopo nella patria dell’esultanza
o da nessuna parte
mi spezzerò nel gas
e non ne saprete più nulla

 

Michele Caccamo

Se muoio è perché

se muoio è perché la morte non ha sensi
e né si muove
è una madre intatta
che segna ogni rumore della carne
io non anticipo clemenze né preghiere
e non perché abbia coraggio
io giaccio
e spalanco il mio unico corpo
ad una ribadita fine

Michele Caccamo

vorrei dopo ogni parola....

"vorrei dopo ogni parola
un distruggente piacere
che ti tocchi le mani
una parola chiusa
e aderente quanto un bacio
e come sarai turbata amore
così lontana da te stessa
alla fine del tuo corpo
a confessare e perdonare
la tua bocca che vola"

Dentro a questo lavatoio

"dentro a questo lavatoio
sembro pietra carica
la gravità
come potessi ritornare
con un solo movimento
delle viscere
oh Santo Dio
lascia i tuoi ferri ancora in attesa
disperdi la tua lingua
e lasciami nella carne
ancora nei sensi"

ti risiedo tra le gambe

"ti risiedo tra le gambe
così adatto
con inutili occhi
e immagino una cupola una bacca
mi perdo i respiri
quasi dentro al grembo
e vorrei rientrare
per quella traccia
per quella carne aperta
per fermarmi
ma tu sussulti
e io mi lavo e mi placo"

poi d'improvviso...

"poi d’improvviso mi ritiro e mi sciupo
e mi attacco al catafalco
come fossi impiccato ad un vuoto leggero
ma io voglio significare la mia morte
con un odore romantico
e che sia anche languida
un sepolcro spumeggiante
gocce d’olio cariche di luce
perché non sia un amen
ma uno spinterogeno nel sangue
una rondine"

Ancora nella furia

ancora nella furia
e di nuovo l’abbondanza di una luna
scritta lì
e sempre illesa
e tanto distante dalla fisica della morte

Si muore senza ti amo

"si muore senza ti amo
con gli occhi serrati da una spina
e si ha fiato sottile
e non si hanno carezze chiuse in una fronte
e non è nulla Leggi tutto »

non nasce più

"non nasce più
da nessun ventre di sanità
né per l’onore della Vergine
e non è l’anatomia eterna
ma ha la salma lassù
e la facoltà sulle nostre croci
grida in perpetuo
un lunghissimo dolore
con le spine nel sangue
dipinto
nemmeno morto
e l’anima si ripiega
tagliata
richiusa in quelle ossa
in un atto di dolore
dal collo sulla croce
tagliato e poi raccolto
in uno scrigno una fossa.
È una grave follia farlo tornare
dentro alle nostre dita
lui sta ammassato nel cielo
nelle sue mura
incoronato
come una rosa
con quel palo divino
ficcato in mezzo alle natiche
sta come una ciminiera
un rimbombo"

a Cristo è stato negato il battesimo

a Cristo è stato negato il battesimo
credendo bastasse la vita a dargli un’anima
e un nome benedetto
qui tutto è cambiato
sconvolto
ed è come l’avessero avvertito
che è solo gloria accumulata
tutto è scomparso dalle sue mani
hanno lasciato solo le preghiere
per i morti che credono in castigo
Cristo non ha più avuto un’anima
in mezzo agli uomini
è un ricordo
resuscitato per natale o per scontarsi una pena
qui ci sono i bombardieri
la giovinezza ammucchiata in trincea
e l’odio animato
ci sono gli zampilli dorati del clero
e quei versi sacri e nascosti
qui c’è una rampicata alla violenza
Cristo è senza anima ed è morto nelle nostre mani
come fosse da lapidare
o il corpo della paura
ossidato in quella croce
Cristo è senza anima
una maschera
uno stendardo
un solido silenzio

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 2851 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ferdinandocelinio
  • ferry
  • live4free