Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Lingua italiana

Pazzia

sonetto classico abba abba cdc ede
 
Il vecchio dava segni di pazzia,
quel giorno che rimase esposto al sole. 

Ottobre invernale

Non ho mai visto un cielo così nero.
Vento impetuoso e fischia così forte…
l’inverno astioso bussa già alle porte

Nasce il sonetto

Scrivere un bel sonetto
oppure una poesia
è ciò che da diletto
a questa anima mia.
 
Le scrivo sopra un tetto

Finirà mai?

Dal tempo quando predicava il Cristo
la fratellanza, l’uguaglianza e pace
tempo di pace? No, non s’è mai visto

Il topo e il gatto

Attratto da un odore di formaggio
un topo, già con l’acquolina in gola,
sapendo che lì c’era una tagliola

Tutto muore?

 
Carne, pensieri lucidi(?) ed ossa:
vita vissuta sotto questo cielo.
Ma la natura stenderà il suo velo,
precipitando il tutto nella fossa?

A riveder le stelle

Oggi sto chiuso dentro un caverna,
non vedo niente, tutto quanto è scuro
e spero che in un prossimo futuro
si accenda in me una fulgida lanterna

Sonetto blasfemo???

 
Sarà forse blasfema teoria
pensare a cosa serve la preghiera
immergersi in profonda litania

Vita

E’ questa vita che ci piove addosso
tra alti e bassi, a volte inconcludente
che condiziona il cuore con la mente
un temporale, a volte un paradosso.

Il penino

 
 
Vado a scuola ed il maestro 
dice sempre che ho buon estro
e che scrivo assai benino
sono l’asso del penino.

Cerca nel sito

Calendario 2018 di Rosso Venexiano

clicca sull'immagine
per scaricare il calendario

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 7 utenti e 2719 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Bowil
  • sapone g.
  • Fabrizio Giulietti
  • ferdinandocelinio
  • live4free
  • Grazia Denaro
  • taglioavvenuto