Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Poesia

Lo Spazio che percorri

Il giorno nasce fra le mani
il cosmo progetta segni
moti ancestrali
dal mondo
anche le labbra

ll grande inganno

Tu mi racconterai
del grande inganno,
di come cala la nebbia
sulle sterpaglie dei sentimenti,
di come ti prendesti

La folle corsa

 
Rincorriamo garze e bende
per privilegio di pochi
ma risarciti ... leccandoci ferite.
 

Languidamente

Languide litanie lituane si librano leggere
come libellule tra boschi di larici e di lecci
lasciando echi leggiadri lungo lontane lande lacustri

aquila

 
 
Oltre le onde del vento volteggia l’aquila
nei suoi artigli brama la preda
esplora il respiro del cielo

Spirito...

Anniversario di gesti
ogni anno più vuoti
compongo in solitudine
l'ambiente per l'attesa
Illuminazione d'affetto

Stupore d'arido cielo

Stupore d'arido cielo.
Vita che scende
di gradino in gradino.
Rumore di pianto,
fiore su stelo madido
di dolente orgoglio.

sul linguaggio

Facciamoci  una scacchieriata sul linguaggio: le parolacce, le pause, l’arte caduca della bestemmia:

Nei fondali

per nulla mi separerei
da questa pena
nel macerarmi chino sulle parole
tra respiri di solitudine
 

Nel preludio di un'attimo

Scioglie questo gelo
nel futuro velo
sintonie senza ritmo
nel preludio di un'attimo.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 5 utenti e 2456 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Marina Oddone
  • woodenship
  • ileana
  • leopold bloom
  • Eleonora Callegari