Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Poesia

Gioia Sommersa

Slavata, sbiadita…
la Gioia giace
sul fondo di un catino d’acqua torbida.
Pochi indovinano il recipiente che la contiene,
troppi quelli che buttano l’acqua
senza curarsi di quanto c’è dentro…
E pensare che a volte
basterebbe non temere di bagnarsi le dita
per riuscire a trovarla…

L'iguana sulla palma

C’è una iguana
sulla palma di cocco
un uccello
che la becca sul dorso.

E Tucacas
che raccoglie i miei pensieri
in questo strano caldo
con l’aria
che si ferma sulla gola.

E c’è una donna
che raccoglie l’erba
dalla piscina
una donna
che spinge indietro
i suoi capelli.

Ha pelle ambrata
e bocca che
sospira l’amore.

C’è una iguana
sulla palma
in questo incanto
del Caribe
un Rum
e una Rumba.

Stasera

Stasera
vorrei veder aperte
tutte le finestre
per salutare Enea.

Manette

appese ad un chiodo ricurvo ed infisso
su una parete scrostata e ammuffita
dondolano al ritmo del nostro amplesso
attente custodi del passar della vita
 
il torvo metallo qua e la arrugginito
nasconde beffardo la sua dissuasione
al falso amore dall’orgasmo tradito
può stringere il cuore cercando ragione
 
non chiesi mai conto al nostro rapporto
ché il ritmo del cuore tagliasse a fette
come brace ardente prestava conforto
indi ai polsi serrai le grigie manette

Il frantoio del mare ha la sua farina di sabbia

Sboccia il mese dalle sue radici già nell’argilla asciutta
dei giorni che s’accalorano
come un anno maturo, ricco e munifico
di rinsaldature negli aruspici dei Pesci.
 
Ricostruire la vita è opera d’autori di fama:
quelli sulle tavole, quegli altri a schermo piatto,
quelli di strada alla sorte.
Certo non mia, che sugli istmi d’ombra alla luce
spegnevo la voce.
Ci sono un po’ ovunque i dardanelli
e le lingue di roccia
ancora fanno separazioni e dogane contese.
 
Ma chi è più matto tra le misure efficienti di Crono
e le tinte bislacche di Swatch?
 
Poco ancora si macina dal tempo passato
che già lievita l’errore futuro.
 

Della Geometria

 io
affilo i denti nel grigio
cercando
               irreprensibili geodetiche
metriche
              cartesiane, riemanniane
       sia quel che sia
purché
orientate verso un qualche infinito
 
le divinazioni
non mi piacciono
le spiegazioni
non mi convincono
 
                               preferisco
                               le divagazioni
 
perdersi
perdersi
in sensi e significati
 
cifre
segni
tratti
 
[allitterazione e passione]
 
luce, luce!
 
 

marinaria

prenderei il tempo 
gli toglierei il velo,
negli occhi tuoi limpidi 
rivedrei a specchio
uno sguardo amico ,
perché le montagne
possono dettar legge 
all'orizzonte
ma al cuore no

 

Dipinto incompiuto

cento telai ho rotto
e cento tele lacerato
mille tubi di colore
ho già schiacciato
pennelli e spatole buttato
e questo imbiaccato
teso immacolato
rimanda il mio sguardo
perso impallidito.
tirato l'orizzonte alla metà
di getto spando lo sfondo
azzurro sfumato in celestino ma
erutta, su dall'anima tocco dopo tocco
pervinca viola blu scuro profondo
e allora le montagne vengon nere
i ruscelli scorrono di lava
gli alberi scheletri da altrove
e nulla di vivo mi viene da pittare.
Allora un taglio al centro
uno spacco da allargare
porta a un mondo altro che non so pigliare
se vita è quella che vivo ed ho vissuto
di lì potrà passare.
 
 

Pareva una stagione

Pareva una stagione, questa tua, di blu
parentesi
adottata con la vita
che cammini scevra/ feste d’imperio
al rosa astaride
 
 La fragile inquietudine rovesciata a fronte/ per guardarsi gli occhi
senza paraventi, e piovvero
 
ancore di sera

Amaro calice...

 
Dalla caraffa dei ricordi
verso linfa nel calice d'ebbrezza,
assaporando l'estasi d'un attimo...
Pillole di effimera dolcezza
carezzano sogni d'amara follia.
Ammiccano a screziate ombre
palpiti di gioia e,
sciolte le rime al vento,
un fioco amore canto
alle eteree lusinghe...

Cerca nel sito

Calendario 2018 di Rosso Venexiano

clicca sull'immagine
per scaricare il calendario

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 6 utenti e 1877 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ferdinandocelinio
  • Ezio Falcomer
  • gatto
  • Manuela Verbasi
  • Sara Cristofori
  • nubi