Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

amore

sono la terra

 
Sono un albero piantato nella neve
una roccia che si disseta
ai margini di una cascata.
Un vulcano che infiamma la notte

non basta mai

 
Non basta mai il domani
quando non ha parole di speranza
non basta neanche la notte
per passeggiare tra i sogni

Gli occhi per toccarsi

 
 
Avevano occhi per toccarsi
mani per capirsi;
righe su cui tingere
apostrofi di risa.

bolle

tremolio leggero
su un aria accesa di noi,
di contorni sfumati e colori
brillanti, ad una luce
che trafiggeva il nostro spazio.
 

dove non appassiscono le rose

 
Non basterà l’alba a schiarire la notte
neanche il pensiero nei passi malandati delle ore

primavera

 
È un lungo travaglio l’amore
attimi di silenzi e solitudini
fino al quotidiano borbottio

respiri

 
Onde di malinconia
sognano un nuovo amore
limpido e chiaro
nel trasparente mare
che di noi

un silenzio sempre uguale

 
Mia speranza
solo mia
di tutti questi anni senza tempo
dove l’unica e generosa miseria

la notte e il sogno

 
Scivola lenta la notte
con le sue ore
nel buio di un ricordo.
L’anima sogna un altro mondo

dolomiti friulane

 
Silenzioso è il passo
che attraversa i canaloni
d’arbusti e pietre
in alto nel mio sguardo

Cerca nel sito

Calendario 2018 di Rosso Venexiano

clicca sull'immagine
per scaricare il calendario

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 6 utenti e 2563 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ferdinandocelinio
  • Francesco Andre...
  • Antonio.T.
  • Grazia Denaro
  • Salvuccio Barra...
  • ferry