cose così | Tags | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

cose così

I nostri perché

Perché
Di frangibili istanti
e di cadute in maledetti dejavu 
Odio la lotta perpetua e il testardo rimanere
Odio le mie urla mute e il mio silenzio

Il cammino

C’era un uomo che sosteneva che il suo cuore fosse morto
e gli angeli ondeggiavano nell’aria marrone

Non occorre luogo

 
profuma di lontano
di terra bagnata e giochi da bambina
 
nessuno ci ha piantato un fiore

Corteo funebre

La virtù della massa
Che tutta all’unisono
Si sposta
Per non intralciare l’auto

La nausea

E...

E il vento portò un mare
là dove non era ancora pane
la sua carezza
piegò spighe imberbi
in onde d'argento

senza titolo

Dentro uno spazio infinitesimale di mondo
Nascosto
Segnato
Migravi  
tra una geometria di redenzione

Storicismo

Fu dalla roteante candela
del primo uomo
quando l'angoscia abitava le grotte
in quell'assurdo agitarsi della mani

capisco qualcosa della bellezza

capisco qualcosa della bellezza
in questo rincorrersi della morte
nella mia mente azzurra
litigiosa di libido e pasta e zucchine.

Abigail, donna allo specchio

Chiusa nelle stanze
d'un castello di specchi,
colore ocra tenue,
profumo black pepper,
giochi a risiko
con le ombre
del passato.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 2451 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • woodenship
  • vinantal
  • Salvatore Pintus