Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

eros

Dio, tu fossi stato veramente!

Che cos'è se non un immenso lago
sparso, da spargersi sui greti dei fiumi
disseccati del deserto:

Fremito apparente

 
 
 
Bugie pietose e scaltre,
come falchi d'avorio
asservite a scurevoli

Flash-back

Langue il giorno dietro la collina
tra l'eco lontano dei gabbiani
Peso le ansie nel gioco dei ricordi
teatrini della vita
dentro un rapido Flash-back
Vedo i lampi dorati dei tuoi occhi Leggi tutto »

Oro...scopiamo nel 2015

Anno nuovo vita nuova ci tramanda tradizione
cose vecchie cose nuove importante siano buone
come sempre sullo schermo o sul nuovo giornaletto

Teatro della Cucina - I° Tempo

Qua talis

(Affinché ogni suono umano - il cui tono di fondo corre sempre dal dolore alla malinconia - sia perlomeno innervato dalla forza delle idee)
 

Sonno del fumo

In fìn dei conti, infido senso
   permani ombreggi
il lago da cui non si discosta l'ex
armonia a sera, lago velluto

A li mortacci mia

Io, ce sto a passà accanto, a li mortacci mia
Meta, se vuoi, per non far l'esagerato
Il c'è nell'aria, poi si perde

Across the River

 
Tra colline esperte, al fondo dei loro canaloni misti
smeraldotopazio, i loro cranii ossuti, i sogni

Nulla

Sedette sul muro. Dal luogo perveniva la canzone
alzando per vie traverse scalpitii selvosi libero amanti, centauri
inalberati crocicchi

Cerca nel sito

Calendario 2018 di Rosso Venexiano

clicca sull'immagine
per scaricare il calendario

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 1436 visitatori collegati.