Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Poesia dialettale

Sbat 'e caz

Sbat 'e caz
 
Al so, v'ut ca ne sava
Aristotele l'arivò che al cherti

Na bocca

Na bocca; la ha piant
l'utma e la preima volta.
Cus us può di'
c'u gnè gnent t'e mez?
 

An t'artrov piò

An t'artrov piò, am guerd in zir
a zur at guerd, ma l'anma ca malediva

La fede che nun capisco

La fede che nun capisco
 
Mo pijo la penna in mano, adesso scrivo.
Scrivo come sa fa’ solo un poveta

Filastrocca balorda

 Filastrocca balorda
12 novembre 1949
 dopo aver conosciuto il maestro Trilussa
 
Quanno ch’er cervello bussa

L'aurora

 E’ ancora scuro e ciò ‘na smania addosso
ciò un occhio aperto e l’artro abbottonato

mai nata

 (dedica a Giulia)
                  

La strada mia

     
Raccolta di poesie
  volume primo
 
 
Le poesie:
 
Satirpoliticomiche

Quanno 'a sera 'o sole se ne va

Quanno 'a sera 'o sole se ne va
e fresca se fa l'aria
comm'a nu sciòre vuje addiventate
e tutta prufumata ve facite!

Ie songo nu brigante

Ie songo nu brigante…
so’ nato fora Nola
a massaria Guadagno
c’a terra pe’ cumpagna
febbraio d’o quarantuno

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 16 utenti e 2588 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • voceperduta
  • ferdinandocelinio
  • Antonio.T.
  • Ezio Falcomer
  • sapone g.
  • Salvatore Pintus
  • Giuseppina Iannello
  • ferry
  • gatto
  • vinantal