tema settimanale | Tags | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

tema settimanale

8- Tramonto d'Ulisse

Non era più inverno,
nè estate, nè primavera,
il rosso di foglie finito
portato via dal vento d'ottobre.
Era giunto l'altro tempo,
soave di bruma e di sole,
si incendiava il crepuscolo
nell'attesa del tuo arrivo
quando le dita gelate del vento
penetrarono il mio cuore.

7- Nel rumore perplesso

autunno
nella dimora assuefatta
a pacate visioni d’aranciati
e tenui scricchiolii di bacche olezzanti
un soffio d’agrodolce
scosta verdi tendenze della natura
intrattenendo sfumature sfocate
in quell’effondere
con un battito lento e continuo
l’inabilità a movenze effervescenti

6- Declino

autunno_1.jpg
Cade un riflesso dorato…
malinconico aspetto
della decadenza
su visi inerti di cera.
Foglie gialle
impiccate alla cime
del ramo
vibrano al freddo alito
di vento
la luce indugia
e rimuove i pensieri
che aggiogano
il cuore in ore ormai brevi.
Tralci di vite sterile

5- / Ignaro commensale ]

La raccolta delle olive

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cosa conosce ignoto della strada
della fatica immensa sopportata
dai contadini intenti alla raccolta

 

3- Squarci

Squarci

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fertili drupe
i campi sono pieni
ricca raccolta

 

in squarci di sereno
parte tra buio ed alba

 

2- come foglie

Si lasciano morire le foglie
nel tempo che ingiallisce
il verde dell'età
si staccano dalla vita
senza far rumore
in questo viale di malinconia
si muovono i miei passi
lentamente non ho fretta
c'è ancora luce
prima del buio.

1- Profumo di Mosto...

tramontonero.jpg
Profumo di mosto
avvolge ed inebria
mentre la stagione
arrossa le foglie
ancora legate
all'ultimo ramo,
i miei pensieri
piroettano lievi
fra foglie di ricordi
intorno è silenzio
il mio passo veloce
scandisce il tempo
allontanando l'attesa
di un tiepido sole

11- Il buio scende silenzioso come una penna agitata

Il verde del camicie insulta dappresso
il bianco alienante della stanza
che mi assale e soffoca, nodo alla gola.
 
[stride il volersi sereno, nonostante]
 
Mentre il tunnel mi inghiotte come igloo

10- Il buio scende silenzioso come una penna agitata

Conta ferite d'un vivere disossato
in mille attimi ad occhi chiusi.
 
Passa il giorno, non il tempo
a legare lacci su scarpe di passi
che mai più saranno.
 
Ora non vive, respira
il trascorrersi sasso.

L'opinione - usare una parola in un'accezione o ambito incongruo, è fonte di stanchezza quando appare gratuita

Da un commento di Franz, abbiamo estrapolato alcuni suoi pensieri.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 4 utenti e 2609 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • live4free
  • Salvatore Pintus
  • Antonio.T.
  • ferry