Login/Registrati

Sfoglia le Pagine

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

I due cavalli

Two Horses
There is a place in the countryside with a field that has two horses in it.
From a distance, each horse looks like any other horse. But if you stop your car, or are walking by, you will notice something quite amazing....
Looking into the eyes of one horse will disclose that he is blind. His owner has chosen not to have him put down, but has made a good home for him.
This alone is amazing.
If you stand nearby and listen, you will hear the sound of a bell.
Looking around for the source of the sound, you will see that it comes from the smaller horse in the field.
Attached to the horse's halter is a small bell.
It lets the blind friend know where the other horse is, so he can follow.
As you stand and watch these two friends,
You'll see that the horse with the bell is always checking on the blind horse, And that the blind horse will listen for the bell and then slowly walk
To where the other horse is, Trusting that he will not be led astray.
When the horse with the bell returns To the shelter of the barn each evening, It stops occasionally and looks back, Making sure that the blind friend isn't too far behind to hear the bell.
Like the owners of these two horses, God does not throw us away just because we are not perfect Or because we have problems or challenges.
He watches over us and even brings others into our livesTo help us when we are in need..
Sometimes we are the blind horse Being guided by the little ringing bell of those who God places in our lives.
Other times we are the guide horse, helping others to find their way....
Good friends are like that... You may not always see them, but you know they are always there.
Please listen for my bell and I'll listen for yours.
And remember....
Be kinder than necessary-
Everyone you meet is fighting
Some kind of battle.

Live simply,
Love generously,
Care deeply,
Speak kindly......
 

 
I due cavalli  
C’è un posto, in campagna, dove, in un prato, ci sono due cavalli.
Da lontano, un cavallo sembra uguale all’altro. Ma se fermate la macchina e vi avvicinate a piedi noterete che c’è qualcosa di sorprendente
Guardando negli occhi di uno dei due cavalli scoprirete che è cieco.
Il suo proprietario non volle sopprimerlo, ma gli offrì una buona dimora. E anche questo ci stupì.
Se state vicino a loro ed ascoltate, sentirete il suono di una campanella. Se cercate la sorgente di quel suono, scoprirete che proviene dal più piccolo dei due cavalli nel campo.
Attaccata alla cavezza del cavallo c’è una piccola campanella.
Essa permette all’amico cieco di sapere dov’è l’altro cavallo,di scoprirlo e di poterlo seguire.
Se vi fermate ad osservare i due amici vedrete che il cavallo con la campanella controlla sempre il cavallo cieco e che quando quello cieco sente la campanella si avvicina lentamente all’altro, fiducioso d’esser guidato e di non smarrirsi.
Quando il cavallo con la campanella ritorna al rifugio del granaio, ogni sera,egli di tanto in tanto si ferma e si guarda indietro, per essere sicuro che il cavallo cieco non sia troppo lontano per poter sentire la sua campanella, se gli è possibile sentirla

***********************

Come il proprietario di questi due cavalli, Dio non ci trascura perché non siamo perfetti o perché abbiamo difficoltà o prove da superare.
Egli veglia su di noi e porta sempre il suo aiuto nella nostra vita quando ne abbiamo bisogno.
Qualche volta siamo come il cavallo cieco e siamo guidati dalla campanella che Dio mette nella nostra vita. Altre volte siamo come il cavallo che guida ed aiutiamo gli altri a trovare la loro strada.
Questi sono i veri amici. Non sempre possiamo vederli, ma sappiamo che sono sempre vicini.
Vi prego, sentite la mia campanella, e io sentirò la vostra.
Ricordate: siate sempre gentili, più di quanto sia necessario.
Tutti quelli che incontrerete hanno stanno combattendo la loro battaglia. Di tutti i generi.
Vivete semplicemente
Amate generosamente
Prendetevi cura degli altri, seriamente
Parlate con gentilezza
       e lasciate fare il resto a Dio

Traduzione di Maria Luisa Agnisetta Prodon
 
-Associazione Salotto Culturale Rosso Venexiano
-Direttore di Frammenti: Manuela Verbasi
-Traduzione: Maria Luisa Agnisetta Prodon
-Editing: Anna De Vivo
 
 

-tutti i diritti riservati agli autori, vietato l'utilizzo e la riproduzione di testi e foto se non autorizzati per iscritto

Cerca nel sito

Calendario 2018 di Rosso Venexiano

clicca sull'immagine
per scaricare il calendario

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 4 utenti e 1951 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • live4free
  • ferdinandocelinio
  • sapone g.
  • Grazia Denaro