Frammenti di Rossovenexiano | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sfoglia le Pagine

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Un mare di vetro

 

 

 

Mare di vetro

Ho Implorato che accadessi
e che scatenassi su di me
il Tormento dell'Oblio
Impudico piacere della pelle
accartocciato fra le lenzuola di parole
che mi avvolgono il Fiato di Ombra e Calore
Non più Uomo-Non più Carne
solo Essenza..quasi Fredda
a scavalcare quello che era Solo un Desiderio
..e Sei Accaduto!
come nel Sogno dal non Risveglio
nel mio
" Un Mare di Vetro"
con tutto l'Impeto di cui Impuramente
ho deciso di Innamorarmene
©rose74

 

Mare di vetro

Mare di vetro, è qualcosa, sarà qualcosa, sarà?
Sarà che è sera e luccicano le lampare ferme
Sull’acqua, sulla scia di una luce poco mossa
Su buio, buio molto scuro senza ombra senza
Vedere ombra al buio senza te ombra di ieri
Oggi distanza grande distanza ore di nuovo
Buio, buio di sera buio di notte senza ombra
Come ieri
©ormedelcaos

 

Mare di vetro

Esiste e accade
in un sordo sospiro
solitario
randagio
errabondo
il mio mare di vetro

oro e viola
celeste e avorio
sinuoso e ammiccante
iridato d'argento vivo
in un superbo mutare

mi sfiora
le ossa come un dolore
grillo smarrito
lucciola solitaria
una coltre profonda e calda

accarezzo da lontano i suoi tremolii
il suo alito arreso al tempo
il canto del gallo sul fare dell'alba.

Farà tardi il buio questa sera
non dirà notte

solo una luce fioca in casa di Almar il pescatore
filtrerà lieve.

©neraorchidea
Cose così [un mare di vetro]

Allagando il mio cielo
di lacrime azzurre
rifletto
la mancanza di te
in un mare di vetro
©ManuelaVerbasi

 

-Resa di vetro-

Un mare di vetro impervio
spumoso sui fianchi
piegati in preghiera

Scrosciante parola
lagunosa sensazione
che risale le dita

Friabili

Di questo vento che chiede i peccati
e assolve le ore

Nel silenzio del tramonto
riecheggi sillaba su sillaba
E non m’incrinerai

Perché l’attesa
è spietata resa

©Morfea77

 

Mare di vetro

Dove sia quel mare di vetro
ove si specchiava l’amore
più non riesco a ricordare.

Forse s’è frantumato sugli scogli
spargendo gocce così aguzze
da impedirmi di ritrovarlo.

Ma non può essere lontano
se ad ogni passo mi chino
ad estrarre schegge di te.

©Grizzly47

 

Mare di vetro

Vaga il pensiero
in un mare di vetro
controcorrente.
Anela oasi segrete
dove avere rifugio.
©ondanuova

 

L’infinita cruda trasparenza

Spero in un fugace riflesso
seguendo con le dita
le crepe dei tuoi dinieghi.

Mi abbandono sulla fragile crosta
di un mio sguardo
che non trova risposta.

E la mia vita scorre stanca
inseguendo il tuo profilo sfuocato
sotto un mare di vetro.

©Crobiotermi

 

Mare di vetro

In bottiglia
metterò le mie illusioni
all'alitar del vento
su un mare di vetro
salperò
e verso le stelle
la rotta dirigerò
lasciando a riva
ogni sorta di patimento.
©ladybea48

 

Svestita di parole

Erano parole liquide
a carezzare le ore,
il corpo immerso
nella tua voce,

esplorarsi senza farsi male,
limpidi e intatti i fondali.

Nell’onda si cullavano
affamate mani,
grembo quasi materno
di un amore incerto,

ma l’orizzonte non ci inquietava.
Il confine dell’acqua
contro quello del cielo
era storia lontana.

Oggi i gabbiani
sono noiosi uccelli stinti,
con ali poetiche consunte
ripetono rotte sempre uguali.

Ed è un mare di vetro
a ferirmi i polsi.
Con gli occhi in superficie,
muovo passi dentro i giorni,
svestita di parole.

©miresol

 

Nel silenzio

Nel silenzio della notte
prendi la mia mano,
quando il tempo
sembra immobile
e si scivola su
un mare di vetro.
©arwen2007

 

ore 10 vetro piatto

"fzzz...bzzz.....ti amo, ti amo, da San Marco a Burano...." "Signore, abbiamo forato.." "Eh??" "E' così signore.." "Ma che caspita??...Timoniere, si può sapere dove guardavi?! Non si entra nel mare Rosso leggendo contemporaneamente "Fare vela"!" "Veramente stavo leggendo i post di oggi sul blog.." "TIMONIERE!!" "Comunque non è colpa mia, è il tratto in cui siamo finiti che è problematico : P.." "Tutte scuse........e poi come cavolo fai a fare gli emoticon mentre parli??" ": )" "Ma la vuoi piantare?? Piuttosto come cavolo abbiamo fatto a forare??" ": (...ok ok, scusi...questa zona è già pericolosa di per sè, anche per quel maledetto Motel galleggiante che sposta le correnti..ma questa novità non la sapevo: un tratto di mare di vetro. E adesso lo scafo è come lo scolapasta di mia nonna dopo che mio nonno le aveva fatto uno scherzo e aveva fatto bollire la pasta nell'acquaragia e..........signore?" "...mi sento depresso........" ".........................: )?" "PIANTALA CON QUEI **** EMOTICON!!!" ".....................:'(....." "..............bwaaaaaahh!!....ma perché non posso avere un timoniere un po'meno disumano??...Solo noi potevamo forare in barca...e in più quella maledetta radio che non si spegne mai prende solo "Radio Venexiana Blog".." "Allora che si fa, signore? Ci affidiamo al dio Splinder e intanto facciamo una briscola? Con "Fare vela" d'agosto c'era il set di carte in omaggio..." "........................." "....................................mmh..eccole qui. Once I had a love and it was a gas/Soon turned out had a heart of glass.." "....i Blondie?" ".......sì, signore..mi sembrava una canzone adatta al momento.." ".......ti piacciono?" "Oh sì, signore! Da piccolo mi ero fatto i capelli platinati come Debby Harry e andavo in giro per la casa vestito di veli......è stato subito prima che la mamma fuggisse con un tamarro sardo..e a lei piacciono??" "NO!! Quindi piantala di cantare!! Ti farei fare un giro di chiglia, se non stessimo già affondando.." "Naah, secondo me ci verranno a prendere prima...forza, signore, deve tagliare il mazzo..." "..............."ma misi me per l'alto mare"...furono questi versi da giovane a farmi innamorare della navigazione - e ora ecco come sono ridotto.." "Wow, anch'io adoro i New Trolls! Io però ho deciso di navigare dopo aver visto "Titanic": pensavo che fosse una cosa troppo bella giocare a calcio sul ponte con il ghiaccio del frigo!.." "......stai.....zitto...." "Come vuole signore...però adesso tagli il mazzo, su.." "....." "Bene, adesso do le carte. Toh, guardi, il tre di coppe sembra proprio la nostra barca..mmh, a briscola si danno ventidue o ventitré carte a testa?...Signore?....Le è caduto qualcosa fuoribordo? No, fermo cosa fa?!? Il mare è di vetro!!!..." *CRACK* .......................... "fzzz...bzzz....e queste erano le previsioni del tempo offertevi da Radio Venexiana Blog: ricordatevi di controllare sempre i tag del giorno, prima di muovervi!"
©enricodezottis

 

 
 
-Associazione Salotto Culturale Rosso Venexiano
-Direttore di Frammenti: Manuela Verbasi
-Redazione
-Selezione testi a cura della Redazione
-Autori di Rosso Venexiano
-Editing :Antonella Taravella, Emy Coratti, Manuela Verbasi. Rita Foldi
-Immagine grafica di Paolo Rafficoni
 

Cerca nel sito

Accademia dei sensi

 ♦sommario♦

a cura di Ezio Falcomer

♦Compagnia di teatro sul web Accademia dei Sensi♦

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 6 utenti e 2260 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Marina Oddone
  • gatto
  • Gigigi
  • luisa tonelli
  • live4free
  • Antonio.T.