Franco 61 | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Franco 61


Ford Madox Brown -Romeo and Juliet-
©Paolo Sprega

 

 

Eros

Nel buio, sotto le lenzuola,
le mani frementi
ti esplorano.
Le dita giocano tra le labbra
della voglia mattutina
poi tra le gambe
assaporo l’amore.

 

 

Questa notte

Questa notte lascerò al vento
le mie parole.
Questa notte ritroverò
le mie emozioni proibite
Questa notte verrò da te...
e insieme ci perderemo
nel buio d’una stanza.

 

 

Scaldami

Scaldami ti prego,
scaldami come fa il sole.
Con il tuo sguardo,
con le tue parole.
Scaldami con le tue carezze,
con le tue labbra
e con il tuo sapore.
Scaldami amore,
scaldami per sempre.
scaldami la vita.

 

 

 

 

 
Di dolce profuma la bocca
e scintillano gli occhi,
come acini d'uva
baciati dal sole.
Superbi i seni,
coperti da ciocche ebano,
e accarezzati dal vento
caldo del sud.
Si, è proprio con te
che vorrei concludere
la mia stagione,
alzando al cielo un calice
per un eterno brindisi
all'Amore.

 

 

 
Appare come una rosa
spruzzata di rugiada,
gocciolante di piacere
tra le gambe spoglie,
gambe che mi stringono forte,
conducendomi inevitabilmente
lungo il sentiero
che porta in Paradiso

 

 

 
L’acqua che bagna la tua pelle
non basta a lenire la mia sete.
Il fuoco che arde il mio corpo
non scalda abbastanza.
Ma il fuoco, come l’acqua,
è una marea che sale e scende.
E l'acqua è come il fuoco,
scorre dentro di noi accendendo il desiderio.
Le nostre anime si fondono
come l'acqua
e
i nostri corpi si accendono,
come il fuoco.

 

 

 
Languida ombra
il tuo corpo.
Morbide curve
e colline eleganti
i tuoi fianchi.
Turgidi i tuoi seni.
 
Desiderio mancato
ma immancabile
e piacere mai
del tutto appagato

 

 

 
Non parlare amore,
che sia la tua lingua
a disegnare i sogni
sulla mia pelle.
 Non parlare amore,
ma fammi sentire il tocco
delle tue mani
sfiorare il mio corpo.
 Non parlare amore,
lasciami solo il sapore
dei tuoi baci
dolci di passione.
 Ma ora,
parlami di te,
AMORE

 

 

 
L’ultimo velo scivola tra noi
fino a congiungere le nostre pelli
e fondere le gocce di sudore

Nudi
nel desiderio rovente,
ma senza scottarci,
sotto lenzuola di baci.

Le mani
cercano stabili appigli
nei nostri corpi
stretti da palpiti ansimanti.

Tra le braccia
un incontenibile fiume di passione,
inonda anche la mente.

Insieme scopriamo i nostri corpi
zeppi di frutti maturi e succosi
che saziano la nostra (insaziabile)  fame ....

 

 

 

Dentro di te…

Aprirono la porta
L’amore si spinge
all’ingordigia del piacere.
Desideri che scivolano
in una bocca di fragola,
tra dolcezza e peccato.
Il corpo infuocato
dal caldo velluto
della tua pelle,
che vibra al richiamo
di un orgasmo
che ora assaporo
dentro te...

 


-Associazione Salotto Culturale Rosso Venexiano
-Redazione
-Direttore di Frammenti: Manuela Verbasi
-Autore di Rosso Venexiano  ©Franco61
-Selezione Opere: Eddy Braune
-Editing Manuela Verbasi, Emy Coratti
-Immagine grafica: Paolo Sprega su opera di Ford Madox Brown -Romeo and Juliet-

 

 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 2172 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Bowil
  • Gigigi