Princess06 | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Princess06

 

 

 


Boldini -Naked Young Lady-
©Paolo Sprega

 

 

 

Senso

Quando il tempo ci precede ... e ci segue
trascurandoci
in corpo non impresso
Quando del giorno hai concluso gli attimi
avvicinandoti
titubante alla soglia del sonno
Quando notte e dì
riconducono al caos
Ecco
magicamente  riaffiora
il senso di te

 

 

Brezza leggera

Brezza leggera
nelle  tue  mani . . .
Come brezza leggera, la tua mano mi sfiora
esplorando risvegli nei profumi di lento destare
nel ritrovar dei baci, l'acqua
smeraldina cascata
Di suoni
così lento distendere, il corpo in offerta

 nell'attesa di lune, nuove
 così come carezze furtive
 
 e del silenzio non v'è più ombra
 soltanto luce
 di noi

 

 

Foschia

Sto
in questa foschia di novembre
come nel pane azzimo del dubbio
Abbandono
del verde grano sì ingenuo e chiaro
il profumo
Mi addormento
culla di me e senza oasi d'orizzonte
piano
Veglio
in oscura notte il tempo
che t ' ha rapito
per lasciarmi sola

 

 

 

 

Carezze

Le senti amore
le carezze della sera?
Hanno un odore speciale
parlano di noi
mentre mi accarezzi la schiena
- Ti sono sopra -
mio
ogni tocco delle tue mani
tua
ogni parte della mia pelle
anfratti e gemiti
E' silenzio...
Solo l'aria fra i rami dei miei alberi
e noi
nelle nostre carezze della sera

 

 

Neve

Tutt'  intorno
mi hai disteso la neve
- congruente purezza -
per far del mio corpo
oro
in campo da mietere

 

 

Tu

Tu

che mi rendi l'anima Spazio

inseguimi

fra le parole non dette
nei respiri affrettati
in mani chiuse e graffiate

prendi di me la parte migliore
e conducila rosa
nello schiudersi del giorno

inseguimi

soffia giustizia al mio gelo
muta il tempo
in ruscello danzante

 

 

Attesa

Vestita di rosa
fresco corallo
attendo anche oggi i tuoi baci
diluiti
tra caldo di labbra
e bianca pelle di dita
 
In questo tuo tempo
che ogni giorno mi sposa

Risveglio
Vicino a te
è così che mi voglio sentire
In quel pieno di pelle
in quell'appendice di mani
in quegli occhi per poco ancora
distanti
Vicino a te
come preda e predatrice
come amante e amata
malata e sana
vicino a te
soluzione di continuità

 

 

Purezza

Ho partorito con te
il mio pensiero più puro
lo stringo lo addomestico
lo vedo stendersi e librarsi
sulle creste delle montagne
accompagna il vento
in azioni scomposte, talvolta
si annulla   riprende
sorride ai germogli in primavera
e
si chiude silente fra i colori d'autunno
quando si libera è bianco di neve
e un mantello caldo, per me

perchè è il mio pensiero
quello più puro
per te

 

 

Pensiero

Incespica il pensiero
nella tua assenza
ed è un mietere grano
 
Ticchettìo le tue dita sulla mia fronte distesa
apro gli occhi
e mi appari

 

 

Peccato originale

Mi vesto di peccato
per assecondare questo amore
che chiama il mio nome
fra pieghe distanti nel tempo
Mi svesto di certezze
per accarezzare quest'acqua che chiamiamo amore
che mi riporta là
dove l'onda increspata d'Oceano
s'adagia
in quella pace
che è furore
pieno di baci e di lacrime
che indugia d' un soffio
prima di essere di nuovo
tua

 

 

Struggente

Stringimi a te
E penetrami con lingue di fuoco
mio amore
come l'onda che increspa l'Oceano
s'agita e dilaga
finchè approda in un Mondo di Pace

 

 

 

Incerto

Lasciami alla mia incertezza
ora
che delle tue mani si è privato il seno
e un esile respiro
vibra appena
oltre il rimpianto

 

 


-Associazione Salotto Culturale Rosso Venexiano
-Redazione
-Direttore di Frammenti: Manuela Verbasi
-Autore di Rosso Venexiano  ©Princess06
-Selezione Opere: Princess06
-Editing Manuela Verbasi, Emy Coratti
-Immagine grafica: Paolo Sprega su opera di Boldini -Naked Young Lady-
-Staff di Frammenti

 

 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 7 utenti e 2968 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • luccardin
  • Antonio.T.
  • luisa tonelli
  • ferry
  • ferdinandocelinio
  • Grazia Denaro
  • nubi