Nazzaro - Falcomer- Camera di sicurezza a Caracas 4/9 | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sfoglia le Pagine

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nazzaro - Falcomer- Camera di sicurezza a Caracas 4/9

 
 
 
 
Testo e vision-book: Antonio Nazzaro
Voce: Ezio Falcomer
Produzione: Accademia dei Sensi - Centro Cultural Tina Modotti di Caracas
 
Capitolo 4 - Precedenti penali
 
Finalmente Dylan sembra avere un'espressione acuta gli occhi seguono fissi il percorrere rapido e chissá perché però schifoso di alcuni scarafaggi la parte di sopra delle mattonelle l'ultima linea prima degli indefiniti colori sfaldandosi l'uno all'altro è di un colore differente più scuro però gli scarafaggi sembrano giocare a nascondino tra i due colori e chissà che ora sará? Mi autodenuncio per millantato credito, falso in atti d'ufficio e altri reati che mi vengono ascritti nel corso dell'indagine. Tutti i reati da me commessi riguardano la preparazione all'esame di terza media degli alunni della suddetta scuola. Privo di laurea, e quindi senza abilitazione all'insegnamento, senza essere iscritto all'Aire, senza avere un contratto, sono stato presentato, nella commissione d'esame di cui ho fatto parte, senza nessun requisito di quelli richiesti sia dalla legge italiana che venezuelana. El Chino ha ripreso a scrivere ed anche uno dei black barry ha trovato chi lo desidera. Però ha un tiro pessimo e con una specie di panno così unto da friggerci le patatine il più magro ed il più alto e con il braccio più lungo si deve quasi stendere pancia sotto e lanciare quest'ultima sindone d'umanità vivente ad afferrare la pallina di carta odorante intime umanità sempre sono stato il più alto ed il più magro e mia madre dice che ho le braccia che sembro una scimmia sai se lo fregano sulla figa il mio sesso è impietrito completamente molle sfatto. Silenzio. Groucho sta pensando ed accende un sigaro con aria eccitata cosa non darei per una sigaretta? Mi guardo intorno e penso questo inizia ad essere un problema vorrei recitare a memoria tutti i verbi irregolari del Pechinino ma mi devo concentrare è arrivato il pacco da mangiare del Chino è una specie di arepa gigante grondande d'olio mi mangio il mio boccone e stringo il culo. La denunciate dichiara alla Polizia che si stava facendo la prova del piano di studi fissato dal consolato italiano. Minchia 'u console e lu coordinatore didattico mamma mia bella no niente da fare non riesco a trasformare la arepa in una pizza e mi rifugio in dei tacos fatti male. Prof te ne voglio regalare una inizia a sbattere contro le sbarre violentemente il rumore è straziante più della voce continua così per quindici minuti inframezzando coño de madre per tutti e chi può negarlo? Prima di ritrovarmi qui il mio certificato penale italiano e Messicano e d'ogni Paese in cui ho viaggiato era pulito anche se non ho nascosto i miei quindici anni d'eroina salvandomi per puro culo e da chi da una vita mi conosce per aver usato le comunità terapeutiche come riduzione del danno. Arriva la poliziotta a tre metri dalle sbarre dice sei già andata in bagno alle sei niente fino a domani. E se ne va rumore di lucchetti e non ha detto nemmeno l'ora.
 
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 4855 visitatori collegati.