Primavera sulla soglia | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sfoglia le Pagine

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Primavera sulla soglia

 

 

"Io già sento la primavera
che si avvicina coi suoi fiori"

Salvatore Quasimodo

Primavera sulla soglia

 

Aspettando la primavera

Estremi vati
rincorrono i rivoli d’acqua che scivola via
sgretolando profili di roccia amata
scheggiando sospiri densi d’armonia
scaldata al tepore di una fiamma d'amore vivida,
raggi cosmici penetrano le ossa
estreme sofferenze vivono destini diversi,
occupati restiamo ad erigere le nostre idee
siamo uomini ci difendiamo dal patimento,
ora strazio indecifrabile,
sopraffatti dalla gioia di poterci arrendere
santificati dal dolore
onoriamo la sfida al circolo della vita
così come al nostro ego,
sedato e assopito da tempo ignoto.
Superate le colonne d’Ercole
ci si perde tra i flutti d’acqua salata
servile e pronto può il male
sconfiggere le nostre menti!
disilludono le nostre gesta..
Attaccati come resina al ramo
collidiamo, scollando propositi come foglie di vita
trascinate dal canapaio là
ove la nostra esistenza a fondo corsa arresta
pronti all’uso, lasciati i letti
per dormire in angusti ripostigli tra bottiglie
e vuoti d’anima, erigiamo nuove barriere..
..maledetto malessere
deviato dal cuore gonfio
al portafoglio atrofizzato
senza seguire nessun consiglio
dimentichiamo che l'isola felice
al prossimo turno ci accoglierà
©matris

 

Aprile

Accarezzi
acquerelli adamantini,
annaffiando animi,
armonicamente,
arruffati.
Accurato artista,
associ,
attentamente,
avvenimenti
ad assonnati attimi...
Adorni,
abbeverando
acque attinte
all'aurora,
adagiandovi,
accuratamente,
aleatori amori.
Argentino auspicio,
alberghi,
avviluppando
azzurre attese...
©Rosemary3

 

Il giardino segreto

Percorro i viali odorosi
del tuo cuore,
giardino segreto
che ai miei occhi s'apre
e stormisce d'emozione.
Ingannevoli voci
all'esterno lascio,
brusìo divenendo,
impercettibile
e sfuocato.
Fuochi di stelle
nelle acque scure
danzano tremanti
in un gioco di luci
che avviluppa i cuori.
©flameonair

 

Fiori

È un momento.
Passa scortato dai colori in mezzo ai fiori,
È l’ora della fioritura,
nuova vita,
nuove voci,
nuove meraviglie.
C’è li troviamo davanti da bambini,
poi da adulti,
alla fine da vecchi stanchi.
Antica certezza,
ogni anno ritorna,
nuove esclamazioni,
nuovi stordimenti.
Riscaldi il cuore,
acceleri la corsa del sangue,
ispiri a nuovi progetti.
E io dove vado?
Io ho la fortuna di essere prigioniero della natura.
Molte volte, passeggiando lungo il viale,
i cattivi pensieri mando al mare.
È primavera.
©localo

 

Primavera sulla soglia

Primavera sulla soglia
oh certo il cielo voglia
Primavera si ma dove
tanto freddo vento e piove
Primavera sulla soglia
di partire tanta voglia
Primavera si nasconde
dietro il mare fra le onde
©uvizzarru

 

...dev'esser primavera...

Hanno aperto le labbra
i gravidi boccioli
dacché copule floreali
da venti e farfalle ebbero
prosseneti aerei
pollini selvaggi oppur domestici
ora esibiscono vesti teatrali
di nuovo a ripigliare il rito.
Presto nevicheranno petali
tutte le sfumature del rosso
fino al virginale bianco del melo
e a terra piccole essenze
si sbizzarriscono in gialli
azzurrini e viola brillanti
per affascinare l'alieno che porta
pur senza amore
il seme per continuare
a esistere.
©bruno6amore

 

Fantasia di primavera

Al primo raggio mi son sembrate
nel paesaggio
macchie posate
per terra col pennello
vicino
a un pesco dov'è il cancello
tinto di fresco
Mi sono apparsi
a prima vista
candidi intarsi
su di una lista per far la spesa
che dei ragazzi avranno presa
e tirarli in cielo.
Oppure ho scorto un bianco velo
un velo corto
disteso sull'erba
forse in rimpianto di un'alba
acerba che augurava tanto
Ma, dopo aver vagato
le idee
si son chiarite
Eran sul prato
le prime luminose margherite.
©mailameini

 

San Rocco di Camogli

Potevo struggermi
sotto le acacie fiorite
a picco sull'acqua.
Pensavo tu l'avessi
capito
anche se io non lo
sapevo.
C'era suono di mare
e profumo di pitosforo...
e il vento tra i capelli?
 
©Grizabella1

 

 
 
-Associazione Salotto Culturale Rosso Venexiano
-Direttore di Frammenti: Manuela Verbasi
-Supervisione di Paolo Rafficoni
-Segreteria: Eddy Braune
-Autori di Rosso Venexiano
-Editing Antonella Taravella, Alexis
-Immagine da windoweb.it modificata da Alexis

dodiciaprileduemilanove

 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 7 utenti e 3139 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • live4free
  • luccardin
  • Giuseppina Iannello
  • Bowil
  • blinkeye62
  • Marina Oddone
  • Francesco Andre...