La mia fiaba sei tu piccola Mary - tintinni | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sfoglia le Pagine

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

La mia fiaba sei tu piccola Mary - tintinni



 
 

Nacque, dal ventre di Donna in Fantasia, Donna ricreatrice del Mondo senza tempo. Allungando i suoi passi, mirava, nell’alto dei suoi pensieri, ingenua semplicità; parlava in Luce, nelle Notti, vagando tra sogni, forse, irrealizzabili. Ricamava le sue parole in Canti, al vento, verso l’infinita natura dell’eterno. Nacque, tra stelle cadenti, lacrime di sua Madre, nell’osservare lo sguardo di chi mise al mondo, la sua dolce piccola Mary. Battiti il suo cuore, tra le braccia calde, protettive di chi l’ama e la amò dal principio della sua già esistenza percepita.

 

Nocciole, i suoi occhi in sguardo intenso, profondo, di chi, il mondo conosce e vorrebbe nel suo trasformarlo. Quanti echi il suo pianto da piccina, e quanti scintille irradianti i suoi sorrisi.
- “Mary”- la madre innamorata
- non so cosa ci sarà per te qui- la sua mano piuma sulla sua pelle in carezze
-ti ho guardato per la prima volta, se ripenso a quanto può essere difficile la vita - quasi le lacrime le rigavano il viso
- se sapessi … ma sento dentro di te la forza che mi mancava.
“Cosa sognerai della tua vita?” pensava nei lunghi sonni di sua figlia, lì seduta, sulla sua sedia povera di bellezza, rifletteva delle sue espressioni, ammirata della sua candida armonia.
“Ti sto immaginando, un angelo venuto al mio mondo per regalarmi i colori di quell’arcobaleno che non ho mai potuto percorrere sola, ti sto immaginando dipingere i sogni di chi spera!”
“Hai spento proprio oggi la tua prima candelina, chissà quale sarà il primo desiderio che traboccherà dal tuo cuore come un Giglio bianco sigillato nel profondo della tua Essenza!”
Lei non capace, madre da poco, di poterle raccontare Fiabe o Favole, per donarle un sonno e più di serenità; allora, da qui, nacque la sua Fiaba d’Amore, per lei!
“Ti scrivo, su poche righe, il mio narrarti, Fiaba o Favola che sia, nel pensiero che diventi, il sentiero della tua Vita!

***

C’era una volta, non si sa quando, non si sa dove, un Fiore, nell’immenso deserto della solitudine. Giglio il suo nome, bianco il suo dono, autentica la sua dote.

 

Essendo sola della sua specie era confusa ed il tempo buio di Vita. Viveva prigioniera della sua Bellezza perché nessuno poteva ammirarla, nessuno poteva apprenderne l’Enfasi della sua anima; lei unica luce di se stessa, desidera immensamente lasciare un seme a chi lo meritasse, e chi poteva, se il vuoto la circondava? Un giorno, ferma nel suo pensare, riconobbe che avrebbe potuto cominciare dal nulla a dare forma del suo. Allora sparse il suo profumo, ondeggiando come danzando e mandò con esso il suo canto silenzioso. Si formò un vortice invisibile, attorno a se, d’improvviso la sua luce si unì a quel manifestarsi e ne uscì una stella. Forse però era un Desiderio! Prese il cammino verso il vuoto e tutto si illuminò e si profumò di Giglio. Lei felice pianse, quelle sue lacrime furono Pioggia che la rinfrescarono di Pace. Altri echi accompagnarono l’evento di Felicità, esseri che dalle stille si fecero Angeli e svolazzarono per l’intero nulla fino a colorare il tutto di Elegia. Adesso note, echeggiavano nell’universo appena nato, non più il silenzio, v’è Musica, passi d’amore, palpiti.
Il Giglio svegliatasi dalla suo Mondo vuoto divenne Dea.
“Fiaba la Vita” il suo canto da lontano. Comprese che Lei aveva il potere di Cambiare!

***

- Cara figlia, piccola Mary - madre seduta al suo tavolo in un pomeriggio qualunque nella sua casa priva di Bellezza -ho scritto questo perché da te ho appreso; non esistono fiabe o favole vere che io possa narrarti; siamo noi, il senso di ciò che può divenire Realtà, e tu, ancora bimba, hai aperto il mio cuore all’infinita volontà di realizzarlo - Madre che ama, Madre che coltiva, narrando di se alla vita che prende il suo posto nel Mondo!

 
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 2687 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Nadia C.
  • ferdinandocelinio
  • sapone g.