Con quella faccia da straniera... | eredi segreti di Mario Merola | Paperina | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Daniele Santovetti
  • Vin
  • Sara
  • Stefano Siracusa
  • Verena_inpuntad...

Con quella faccia da straniera...

Sono nuova in questo forum, girando su internet ho trovato dei post interessanti e ho deciso di iscrivermi per dar libero sfogo ai miei pensieri. Sto da un anno insieme ad un ragazzo turco, è una relazione a distanza, ma ci vediamo spesso e volentieri, in pratica ogni mese per 2,3 settimane, sono stata in Turchia anche mesi per stare con lui presso la sua famiglia....
La nostra relazione sembra andare piuttosto bene, con alti e bassi, e il problema è che i "bassi" della nostra storia sono dettati dalla sua " amorevole" famiglia e soprattutto da sua madre, che è un essere spregievole! (per non dire altre cose e risultare volgare). La odio,ma dire che odiarla è poco, non la posso proprio vedere! E' un anno che sto con lui e un anno che questa ci perseguita! Siamo in camera a vedere un film e questa arriva puntuale come un orologio svizzero per "sorvegliarci", dormiamo nella stessa stanza in letti separati, perchè figuriamoci, sarebbe un sacrilegio per la sacra famiglia con tanto di fratello e sorella messi li apposta come se questi si passano le notti svegli per vedere se ci avvciniamo l'uno all'altro, e questa è arrivata addirittura a mettersi in camera con noi e a dormire per terra tra i nostri 2 letti perchè 4 persone in una camera 4 metri per 4 non bastano!! E' venuto due settimane in Italia per conoscere i miei, e lei ha fatto di tutto purchè lui non partisse, tant'è che non gli ha dato neanche una lira per stare qua, e ha fatto di tutto per farci perdere il volo quando sapeva benissimo che i miei genitori gli avevano pagato biglietto aereo, fatto una fideiussione bancaria e fatto tutte le pratiche per ottenere un visto, dove ovviamente lei non ha sganciato un centesimo! Si lamenta tutte le volte che assuefatti dalla sua presenza onniperenne usciamo e magari restiamo a casa di amici per giorni. Tutto il quartiere dove vive sa che io sono un' "infedele" (è un quartiere alquanto conservante...mooolto osservante), e non lo sanno perchè notano che sono straniera,visto che tutti mi scambiano per turca, ma perchè è lei che va in giro a dirlo, e lo fa in modo derisorio. Quando non ci sono le sue figlie, che fanno una vita orrenda, usa me come cameriera personale. E' una pessima madre, pessima, che non si preoccupa neanche minimamente dei suoi figli, io una cosa del genere veramente non l' ho mai vista. Si è lamentata in continuazione tutta estate, chiedendomi come un'ebete in turco (tenete ben presente che non so niente in turco,ma il mio ragazzo traduce) se non avessi freddo (con 40 gradi all'ombra) perchè indossavo una canottiera normalissima che non lasciava intravedere niente se non le braccia e le spalle e poi lei è una zoticona di prima categoria, che va in giro in mutande che le arrivano a metà sedere anche davanti alla sottoscritta, ma poi ha il coraggio di venirmi a far la predica! Robe dell'altro mondo! La maggior parte dei litigi che abbiamo sono dovuti alla sua famiglia e in maggior modo a sua madre, che anche lui non può vedere e considera un'idiota e non vede l'ora di andarsene via con me (stiamo programmando un futuro insieme lontano anni luce dalla Turchia e da sua madre con tanto di matrimonio). A parte il fatto che questa si è già fatta i conti in tasca alla sottoscritta e pretende dal figlio circa 50.000 euro di "buona uscita", cioè noi in futuro dovremmo andare a lavorare per poi mantenere lei (tenete presente che ora la mantengono le sue figlie che ha spedito a 14 anni in fabbrica perchè lei non ha mai fatto niente in vita sua e suo marito anzichè preoccuparsi di lavorare andava a giocare a carte al bar...va beh!)...ovviamente io non intendo neanche darle un centesimo di euro a questa, visto che prima di tutto dobbiamo pensere a noi come coppia (casa e via discorrendo). Il mio problema si è presentato l'altro giorno,parlando con il mio ragazzo (lui è ateo convinto) sui bambini che un giorno avremo, gli ho detto che a me piacerebbe battezzarli, in quanto io sono cattolica e credente, non praticamente, ma vorrei che i miei figli prima di scegliere se essere atei, abbiano anche la possibilità di poter credere in qualcosa. Lui fino a qualche mese fa non aveva nessun problema, addirittura mi aveva chiesto se per me era un problema sposarsi in comune e non in chiesa e che sarebbe diventato "cattolico" addirittura. Ovviamente non mi interessa sposarmi in chiesa, ma vorrei che i miei figli abbiano la possibilità di scegliere in cosa credere o non. Ma l'altro giorno appunto,parlando, se ne è venuto fuori con "assolutamente no, i miei figli non devono credere in certe storielle, saranno atei, se poi vorranno, lo decideranno in futuro", discorso logico se non fosse che ha aggiunto "perchè cattolici e non musulmani allora? non se ne parla proprio di battesimo, e se non cambi idea, ti farò parlare da mia madre e poi vediamo chi l'avrà vinta"...cooooooooooosa???? ma se lui è addirittura ateo!!!!! e lo è veramente, non per modo di dire...parlare con sua madre??? quella a cui dà dell'idiota ogni 3 x 2? cioè, lei deve venire a insegnare a me come educare i miei figli? non esiste!!! non esiste!! Scusate per lo sfogo,ma ne avevo bisogno...ho scritto un sacco!
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 2415 visitatori collegati.