Linguaggi in codice, o lezioni di linguaggio? | eredi segreti di Mario Merola | 'O Malament | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Filippo Minacapilli
  • sentinelladellanotte
  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza

Linguaggi in codice, o lezioni di linguaggio?

Dal Dizionario Sabatini-Coletti
galantuomo
[ga-lan-tuò-mo] s.m. (pl. galantuomini)
• Uomo onesto, corretto, di parola: essere un g. || nel detto il tempo è sempre g., il tempo ripara le ingiustizie
• sec. XVI
Vorrei aver equivocato ed essere perfettamente ignorante in fatto di linguaggio, ma sono rimasto molto colpito dalle recentissime dichiarazioni di Riina, boss mafioso attualmente detenuto nel carcere dell’Opera di Milano, il quale ha definito Andreotti “ un galantuomo”, così come riportato ai primi di luglio sul quotidiano la Repubblica.
Napoleone Colajanni, nel suo “Nel Regno della Mafia” recentemente ripubblicato, recensito oggi sullo stesso giornale, descrivendo e denunciando il connubio tra mafia e potere statale, parlava di uomini d’onore e di “galantuomini in parlamento”.
Ringrazierò fino alla nausea chi potrà aiutarmi a sciogliere il dubbio prettamente interpretativo che m’è sorto: Riina è un linguista, un letterato, un filosofo del linguaggio?
Grazie.
 
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 2396 visitatori collegati.