Maquillage | Poesia | amcozza | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Nuvola93
  • Paolo Melandri
  • Leopold
  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti

Maquillage

Unghie laccate labbra pittate
mascara su ciglia palpebre decorate
guance unte rughe stuccate
effusi olezzi di lezzi alchimici
che in scia rilasciano zaffate!
Prosperano i beauty center
i lifting sono all'ordine del giorno
ovunque si divinizzano
fattezze femminee bramate
si scopiazzano e si esibiscono
look da divi e idoli tatuati.
 
Il modello è universalizzato
canoni e paradigmi estetici
dominano tribali o civilizzati
ciprie parrucche e nei posticci
dei secoli pomposi e barocchi
fuori moda solo remoti ricordi:
emulare è la norma e la prassi!
Cosmesi maquillage e marketing
connessi ne hanno fatto passi da gigante!
Venere Narciso e Psiche sempiterni
ancora i loro miti aggiornano!
 
Irrisolto è se il truccarsi
sia arte essoterica o prerogativa
dell'estetista in voga;
i vezzi pittorici, gli artifici
i virtuosismi per attrarre sensi
ambiziosi più si specializzano;
appariscenze finte e posticce,
figlie primigenie di vanità indomite,
insoddisfatte e ambiziose
poi si confrontano allo specchio
compiaciute o insoddisfatte.
 
L'età non è un limite inibente
basta ricordare la "vecchia"
di Pirandello che ne osservava
pietoso il goffo e il ridicolo,
Bene o male, bisogna normalizzarsi
omologarsi sempre e a ogni costo
per non trovarsi esclusi dal gregge!
Io per me, singolare e primordiale,
senza culto, amo ammiro e mi inchino
a tersi visi, a netti rossori
splendenti di incanto proprio
 
al fascino genuino, a labbra umide
trasparenti come acqua chiara
a guance radiose di lucori solari
ideali di freschezza perlacea
belli come tramonti o albe
belli come gigli o rose tenue
che anche se appassiscono
all'incedere del tempo edace
finché son vivi restano fiori,
a visi che a vistosità posticce
al deterso, immacolati restano fedeli.
 
Ah “beltà ridenti e fuggitive”
genuine e sincere, quasi incolte
o illanguidite che in un lampo
di sensi il cuore fate sospirare
e decollare fino al cielo!
Truccarsi non è forse espediente
per eludere veraci riconoscimenti
o per ingannare l'obiettivo del tempo
il raggiro con cui si bara
e si esibiscono posticce identità
sul gremito palcoscenico dell'apparire?
 
La nascita gli anni e le stagioni
della vita segnano come vogliono
di noi lineamenti forme e fattezze:
non rinnegatele o snaturate
se volete affermare di esser liberi
scimmiottate solo voi stessi
non inebriativi di contraffatto vistoso
ma amatevi per quel che siete
alteri ritornate ad abbracciare
schietti la semplicità di essere!

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 1467 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Barbara de Haviland
  • Antonio.T.
  • ferdigiordano