La coturnice | Poesia | Antonino R. Giuffrè | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Artemisia
  • Filo Bacco
  • Marco Galvagni
  • Giuseppina Di Noia
  • dante bellanima

La coturnice

Erano il sogno e la notte imbevuti del sangue
nero della coturnice, quando decisi di lanciar
mi come nel vuoto dalla paura di vivere e
d’amare, incauto per abbracciare uno spettro
dall’angelico volto di donna che mi chiamava
sul balcone come da un remoto eden nella
penombra acerba e silenziosa, alla mezzaluna.
Così pareva poi che veramente lei mi baciasse
sulle labbra già terse di lacrime. Così pareva
poi che lei mi si fosse legata al cuore, anima
nell’anima, a dargli nuova e più bella vita.
Ma per poco la gioia mi fu amica. Il tempo
che la coturnice tornasse a intonare il suo
stridulo richiamo di morte ed io sul cuscino
bagnato a vergare dell’ennesimo sogno.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 6 utenti e 2601 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Bowil
  • ferdinandocelinio
  • Grazia Denaro
  • Salvatore Pintus
  • live4free
  • Antonio.T.