Fuori tempo massimo | Poesia | ciommo82 | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...
  • Ardoval
  • Laura Lapietra

Fuori tempo massimo

 
Io non sono come te,
anche se il mio sangue,
le mie mani ed il mio mento
dicono il contrario.
 
Sono una foglia
che ignora il proprio ramo
e si lascia trasportare lontano
dal vento.
Io sono la somma dei tuoi errori,
dei tuoi gesti,
delle tue fughe,
delle tue non curanze.
Io sono la somma di tutte quelle notti,
nelle quali mi hai abbandonato
in balia del tempo.
 
Senza che me ne accorgessi,
ero indifeso contro tutto il male
che mi rotolava addosso.
Ho imparato ad amarmi e ad amare,
i miei muscoli si preparati ad ogni genere di sforzo,
ho ignorato i colpi che mi hai inferto,
ho ingoiato tutta la rabbia,
fino a bruciarmi le viscere,
ho sentito il mio cuore battere forte
e testardo,
come se fossi fatto di gomma,
sono rimbalzato da un pavimento all’altro,
contro un muro
e poi contro un altro.
 
All’aria aperta,
nelle stazioni di città diverse,
un giorno dopo l’altro;
nei parchi di notte,
con il mio sacco a pelo
arrotolato sotto la testa,
ho trovato conforto
nella sbattere d’ali di una civetta.
 
Io non sono come te,
perché sono stato costretto
a crescere in fretta
e quel peso mi ha incurvato
la schiena.
In volo senza paracadute,
cieco, percorrendo a memoria
il mio cammino,
ho accettato tutti i pericoli,
come moneta di scambio
per la mia libertà.
 
Non saprò mai,
cosa ti abbia fatto di male,
né perché inconsciamente
ce l’hai con me.
Ma hai tracciato la strada
della dannazione per tutti e due.
 
Non mi tiro indietro,
la percorrerò fino in fondo,
con tutta la consapevolezza
di giungere dopo tanto fango,
a qualche inferno sconosciuto,
pronto a bruciare fiero della luce
che emaneranno le mie fiamme,
che saranno così luminose
da svelare tutta la tua ipocrisia.
Riderò forte nel vedere
quanta anima uscirà dal mio corpo.
 
Benvenuto nel mio mondo,
non hai più il fisico,
ci sei arrivato fuori tempo massimo.
È troppo tardi
per i sorrisi e gli abbracci,
è troppo tardi
per apprezzare i miei regali,
è troppo tardi per tutto,
anche per dirmi
che sei fiero di me.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 1566 visitatori collegati.