da: "Il ciclo di meteora" - ©Dario Arkel | Poesia | Ospite di Rosso Venexiano | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Filippo Minacapilli
  • sentinelladellanotte
  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza

da: "Il ciclo di meteora" - ©Dario Arkel

Nessuno ascolta il tempo

e vola in orbita cieca

leggendo sogni 

nell'albero cavo del mentre

 

Nessuno gioca nel silenzio

in quest'ombra mattutina

muovendo la pedina

sulla pietra che spinge

 

Amore, nel buio tu pensi

a quel germoglio ch'è già

vita e stelo

rifugio d'energia.

 

La strada che percorri

è sempre sdegno e rincorsa

perché non sono con te

 

La mia è un cuscino di legno

senz'odore né cesello,

strada che non conosco.

 

Attraverso la tua strada

con piede d'incenso,

l'occhio bianco nel sole

 

E non vedo non colgo non sono

e pur sento che mi scopri,

levando la cenere

del rimpianto

 

Come brezza levigata

emersa dall'acqua della vita

a scuotere fibra

dalle foglie

 

Trascorre nelle sillabe

della nostra candela

l'ora congiunta

che strema l'estraneità

 

Abbiamo sofferto ma sappiamo

amare questo nostro vivere

fatto di mani e labbra

che supera il dolore

 

Di occhi sbarrati

ai confini del verificato,

e l'anima più non scotta come

labbra convulse di neonato

 

E restiamo nell'ora e nel tempo

nel silenzio e nella luce,

restiamo vibrazioni sommesse

di stranieri rapiti

 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 2302 visitatori collegati.