Bukowski jr. Vs Radion | Poesia | Danielle | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Nuvola93
  • Paolo Melandri
  • Leopold
  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti

Bukowski jr. Vs Radion

 
quando werner ci radunò nella fremde zimmer
lui, ammiraglio della event horizon (non c’è ritorno)
mi disse cosa dovevo fare
 
non la capivo quella gente così in delirium
sudavo freddo durante ogni concerto
alla vista rossa di quella massa ardente
 
perdonami, creatura dalle ciglia rapide
io non potevo esimermi
e adesso attaccami, come tu vuoi sia offeso
 
e si spezzano le lingue sui canini che ballano
per ogni minuto, ogni anno trascorso
i ventisette cordoni ombelicali scuciti dalle loro vite
in giù, dal palco strattonati in magliette stretch cotton
in quelle tette deliranti tra una birra,
il fumo, come ad una festa
 
pervertito, i tuoi caravaggi per un fuoco acceso
jim mortifica le notti su tele con una nota
mentre i tuoi silenzi soffocano masturbazioni stellari
riprodotte su pezzi di cuore
(dal ricordo di janis, quasi una lacrima)
 
e che dire di kurt, principe della nebbia
in un nirvana poco raggiunto ma quasi sfiorato
ingozzato dalla morsa di amori spietati
o spietata la vita se anche nella morte non c'è pietà
 
demone, se ho tentennato con il triste
biondo non ci credeva,
tremava ad onde, mi supplicava
e poi io adoravo kurt
non era come gli altri
 
ho dovuto raccontargli degli abbandoni blu
degli spazi deserti di plutone
di quanto non meritasse questa terra
 
adesso smetti di fissare i miei arti
qualunque sia la pena da scontare e se ne hai forza
raccontamela qui
hai 3 minuti
esplodi
 
ti ridurrai a infelice lamento
costretto dal pallido recidersi dei fiori
una volta ogni ventisette anni vivrai solo per un momento
un flebile alito di pace
 
sotto il letto custodirai il tuo verde cuore
per vederlo appassire lentamente
come un ramo secco dimenticato dalle stagioni.
 

ritratto di Danielle
 #
Eh già, prosceni dell'anima. Grazie carissima, un abbraccissimo.
 

ritratto di Virgo
 #
La trama di un'opera teatrale con personaggi intensi e ricchi di pathos. Li vedo sfilare esibendo la loro particolarità, interloquendo con vivida partecipazione e sfoggiando un apparato scenico imponente... Piaciuta molto.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 2133 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Eleonora Callegari
  • Bowil